Gelo in tutta Italia: un freddo così non si vedeva da 27 anni

L’Italia al freddo e al gelo: sono i giorni più freddi degli ultimi 27 anni, neve anche a Roma. Ecco le previsioni per oggi.

Print Friendly

maltempo

Molti di voi conosceranno la leggenda popolare che denomina ‘I giorni della merla’, cioè più freddi dell’anno, quelli del 29, 30 e 31 gennaio. La storia popolare narra di una merla che per ripararsi dal gran freddo assieme ai suoi pulcini, in origine bianchi, si rifugiò dentro un comignolo. La merla e i suoi pulcini emersero da quel comignolo solo l’1 febbraio, tutti neri a causa della fuliggine. E da quel giorno tutti i merli furono neri. Non siamo qui per raccontarvi una storiella, ma per avvisarvi che quelli che arriveranno saranno davvero i giorni più freddi dell’anno, anzi: saranno i più freddi degli ultimi 27 anni. Neve anche alle porte di Roma, e nella Capitale le temperature arriveranno sotto lo zero. Ecco le ultime notizie. Il freddo a Roma è atteso «nella notte tra mercoledì e giovedì – come ha spiegato Carla Mangianti, presidente dell’Associazione Bernacca, già responsabile dell’Osservatorio del Collegio romano – nella città le temperature si assesteranno sullo zero, ma in periferia si arriverà anche a meno 4 gradi. Da domani invece cominceranno le tanto attese precipitazioni, seppure lievi, che sono mancate per tutto il mese come non accadeva da anni. Giovedì tornerà a piovere, anche con precipitazioni a carattere temporalesco, e la neve farà la sua comparsa anche a bassa quota nell’alto Lazio. A Roma comunque non dovrebbe nevicare. Fino a venerdì il cielo sarà nuvoloso». Nel dettaglio, per voi lettori, le previsioni per oggi: al Nord vi sarà un aumento della nuvolosità su tutte le regioni, con precipitazioni nevose sparse che interesseranno soprattutto l’arco alpino centro-occidentale e localmente le aree appenniniche dell’Emilia-Romagna. Centro e Sardegna: condizioni di variabilità con schiarite ed addensamenti localmente consistenti, associati a qualche fenomeno in attesa di un deciso peggioramento con piogge estese e nevicate a quote superiori ai 700 metri, in diminuzione a 300 metri sulle aree appenniniche. Sud e Sicilia: generale peggioramento su tutte le regioni con piogge diffuse e nevicate a quote superiori ai 700 metri con quota neve in diminuzione. Temperature: in generale diminuzione, più sensibile al Centro-Nord. 

 

Print Friendly

Molti di voi conosceranno la leggenda popolare che denomina ‘I giorni della merla’, cioè più freddi dell’anno, quelli del 29, 30 e 31 gennaio. La storia popolare narra di una merla che per ripararsi dal gran freddo assieme ai suoi pulcini, in origine bianchi, si rifugiò dentro un comignolo. La merla e i suoi pulcini emersero da quel comignolo solo l’1 febbraio, tutti neri a causa della fuliggine. E da quel giorno tutti i merli furono neri. Non siamo qui per raccontarvi una storiella, ma per avvisarvi che quelli che arriveranno saranno davvero i giorni più freddi dell’anno, anzi: saranno i più freddi degli ultimi 27 anni. Neve anche alle porte di Roma, e nella Capitale le temperature arriveranno sotto lo zero. Ecco le ultime notizie. Il freddo a Roma è atteso «nella notte tra mercoledì e giovedì – come ha spiegato Carla Mangianti, presidente dell’Associazione Bernacca, già responsabile dell’Osservatorio del Collegio romano – nella città le temperature si assesteranno sullo zero, ma in periferia si arriverà anche a meno 4 gradi. Da domani invece cominceranno le tanto attese precipitazioni, seppure lievi, che sono mancate per tutto il mese come non accadeva da anni. Giovedì tornerà a piovere, anche con precipitazioni a carattere temporalesco, e la neve farà la sua comparsa anche a bassa quota nell’alto Lazio. A Roma comunque non dovrebbe nevicare. Fino a venerdì il cielo sarà nuvoloso». Nel dettaglio, per voi lettori, le previsioni per oggi: al Nord vi sarà un aumento della nuvolosità su tutte le regioni, con precipitazioni nevose sparse che interesseranno soprattutto l’arco alpino centro-occidentale e localmente le aree appenniniche dell’Emilia-Romagna. Centro e Sardegna: condizioni di variabilità con schiarite ed addensamenti localmente consistenti, associati a qualche fenomeno in attesa di un deciso peggioramento con piogge estese e nevicate a quote superiori ai 700 metri, in diminuzione a 300 metri sulle aree appenniniche. Sud e Sicilia: generale peggioramento su tutte le regioni con piogge diffuse e nevicate a quote superiori ai 700 metri con quota neve in diminuzione. Temperature: in generale diminuzione, più sensibile al Centro-Nord. 

 

Print Friendly
0

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>