Katia Greco la Mery de Il Giovane Montalbano si confessa

Katia Greco la bella Mery del giovane Montalbano ci parla di lei! Ecco l’intervista

Print Friendly

x_katia_1_copia

Abbiamo avuto il piacere di poter intervistare Katia Greco la giovane attrice che ne Il Giovane Montalbano ha interpretato il ruolo di Mery la prima fidanzata di Salvo. Katia molto gentilmente ha risposto alle nostre domande parlando un pò di questa esperienza speciale, di quelle fatte in passato e dei progetti in cantiere. Il personaggio di Mery ha riscosso molto successo come del resto la fiction mandata in onda dalla Rai che ha registrato ottimi ascolti. Vi lasciamo alle parole di Katia che ha risposto alle nostre domande. Ecco l’intervista.

1) qual è stato il ruolo che hai interpretato tv/teatro/cinema che ti è piaciuto di più? 

“Ho iniziato al liceo ad avvicinarmi alla recitazione. Ho fatto la protagonista in un cortometraggio, saggio finale di un laboratorio di cinema. Lì ho capito che volevo fare l’attrice. Poi nel 2007 ho fatto una parte nel tv movie Rai “Noi Due”. Questi due lavori sono un ricordo importante per me, ma l’esperienza che mi ha formata di più è stato lo spettacolo teatrale “La Grande Cena” di Camilla Cuparo. Sia quest’opera, che anche la serie de “Il giovane Montalbano” sono quelli che mi sono piaciuti di più interpretare.”

 

2) Mery è il personaggio che interpreti in montalbano: ti è piaciuto cimentarti in questo ruolo, quanto hai in comune con la fidanzata di montalbano e simpaticamente come prendi il fatto che arrivi già Livia a rubarti un pò la scena?

“Devo confessare che mi sono sentita molto vicina a Mery. Anche per questo, non ho avuto grosse difficoltà ad interpretare questo ruolo. Anche io sono passionale, decisa, amante della buona tavola e come Mery credo nei valori della famiglia e dell’amore. Ho cercato di tirare fuori i miei lati simili e metterli nel personaggio. Ho ricevuto tanti messaggi – anche su Facebook – di stima e di empatia col personaggio. Fa piacere sapere che il pubblico abbia amato il personaggio di Mery. Purtroppo era inevitabile uscire di scena, anche se mi è dispiaciuto, fa parte della storia scritta da Camilleri, si sapeva che sarebbe arrivata Livia. Montalbano non aveva intenzioni serie con Mery in merito al matrimonio, è troppo occupato dal suo lavoro. Forse il pubblico sperava che il rapporto tra Mery e Salvo continuasse più a lungo nel prequel, magari speravano in uno spazio maggiore prima dell’arrivo di Livia.”

3) E’ stato difficile mettersi alla prova con un prodotto di grande successo, c’era molta attesa per le 4 puntate e tutti gli occhi della critica erano puntati su di voi. Tu ti sei divertita oppure hai vissuto in diverso modo la cosa? Meglio montalbano giovane oppure zingaretti? ( gusto di donna!!!)

Abbiamo creduto molto in questa serie, diversa rispetto alla precedente. Certo, un minimo di preoccupazione per la reazione del pubblico l’abbiamo avuta, ma non abbiamo pensato al confronto. Si è cercato di usare proprio la curiosità dello spettatore di scoprire chi fosse Montalbano come carta vincente di questa nuova fiction: chi fosse Salvo prima di diventare commissario a Vigata, chi fosse il suo amore prima di Livia, il rapporto col padre. Io mi sono divertita molto anche perché i timori personali erano pochi, io interpretavo un ruolo nuovo nella storia di Montalbano, quindi ero quella che rischiava meno in termini di paragoni. C’era molta curiosità nel vedere un prequel su Montalbano, già di per se una garanzia. La penna di Camilleri e l’ottimo lavoro di tutti, credo siano le chiavi del successo del seriale.”

4) dove ti vedremo prossimamente?

Ho da poco girato un videoclip della cantante Lavinia Desideri che a breve andrò in onda. Adesso sono in scena per due mesi nello spettacolo teatrale “Ti sposo ma non troppo” di e con Gabriele Pignotta, in giro tra Modena, Bologna e Milano. Forse inizio estate c’è anche un film per il cinema in arrivo, ma non dico ancora nulla.”

5) ci puoi raccontare qualche espediente simpatico, come ti sei trovata a sentire parlare siciliano gli attori, tu che essendo di Messina lo consoci bene. Hai dato una mano a qualcuno??
E’ stato bello vedere attorno a me tanti attori recitare in siciliano. Credo che l’accento puro della mia terra abbia dato autenticità al film. No, non ho dovuto aiutare nessuno, perchè fortunatamente erano quasi tutti siciliani.”

 

Noi ringraziamo di cuore Katia per la bella intervista che ci ha concesso.

Print Friendly

Abbiamo avuto il piacere di poter intervistare Katia Greco la giovane attrice che ne Il Giovane Montalbano ha interpretato il ruolo di Mery la prima fidanzata di Salvo. Katia molto gentilmente ha risposto alle nostre domande parlando un pò di questa esperienza speciale, di quelle fatte in passato e dei progetti in cantiere. Il personaggio di Mery ha riscosso molto successo come del resto la fiction mandata in onda dalla Rai che ha registrato ottimi ascolti. Vi lasciamo alle parole di Katia che ha risposto alle nostre domande. Ecco l’intervista.

1) qual è stato il ruolo che hai interpretato tv/teatro/cinema che ti è piaciuto di più? 

“Ho iniziato al liceo ad avvicinarmi alla recitazione. Ho fatto la protagonista in un cortometraggio, saggio finale di un laboratorio di cinema. Lì ho capito che volevo fare l’attrice. Poi nel 2007 ho fatto una parte nel tv movie Rai “Noi Due”. Questi due lavori sono un ricordo importante per me, ma l’esperienza che mi ha formata di più è stato lo spettacolo teatrale “La Grande Cena” di Camilla Cuparo. Sia quest’opera, che anche la serie de “Il giovane Montalbano” sono quelli che mi sono piaciuti di più interpretare.”

 

2) Mery è il personaggio che interpreti in montalbano: ti è piaciuto cimentarti in questo ruolo, quanto hai in comune con la fidanzata di montalbano e simpaticamente come prendi il fatto che arrivi già Livia a rubarti un pò la scena?

“Devo confessare che mi sono sentita molto vicina a Mery. Anche per questo, non ho avuto grosse difficoltà ad interpretare questo ruolo. Anche io sono passionale, decisa, amante della buona tavola e come Mery credo nei valori della famiglia e dell’amore. Ho cercato di tirare fuori i miei lati simili e metterli nel personaggio. Ho ricevuto tanti messaggi – anche su Facebook – di stima e di empatia col personaggio. Fa piacere sapere che il pubblico abbia amato il personaggio di Mery. Purtroppo era inevitabile uscire di scena, anche se mi è dispiaciuto, fa parte della storia scritta da Camilleri, si sapeva che sarebbe arrivata Livia. Montalbano non aveva intenzioni serie con Mery in merito al matrimonio, è troppo occupato dal suo lavoro. Forse il pubblico sperava che il rapporto tra Mery e Salvo continuasse più a lungo nel prequel, magari speravano in uno spazio maggiore prima dell’arrivo di Livia.”

3) E’ stato difficile mettersi alla prova con un prodotto di grande successo, c’era molta attesa per le 4 puntate e tutti gli occhi della critica erano puntati su di voi. Tu ti sei divertita oppure hai vissuto in diverso modo la cosa? Meglio montalbano giovane oppure zingaretti? ( gusto di donna!!!)

Abbiamo creduto molto in questa serie, diversa rispetto alla precedente. Certo, un minimo di preoccupazione per la reazione del pubblico l’abbiamo avuta, ma non abbiamo pensato al confronto. Si è cercato di usare proprio la curiosità dello spettatore di scoprire chi fosse Montalbano come carta vincente di questa nuova fiction: chi fosse Salvo prima di diventare commissario a Vigata, chi fosse il suo amore prima di Livia, il rapporto col padre. Io mi sono divertita molto anche perché i timori personali erano pochi, io interpretavo un ruolo nuovo nella storia di Montalbano, quindi ero quella che rischiava meno in termini di paragoni. C’era molta curiosità nel vedere un prequel su Montalbano, già di per se una garanzia. La penna di Camilleri e l’ottimo lavoro di tutti, credo siano le chiavi del successo del seriale.”

4) dove ti vedremo prossimamente?

Ho da poco girato un videoclip della cantante Lavinia Desideri che a breve andrò in onda. Adesso sono in scena per due mesi nello spettacolo teatrale “Ti sposo ma non troppo” di e con Gabriele Pignotta, in giro tra Modena, Bologna e Milano. Forse inizio estate c’è anche un film per il cinema in arrivo, ma non dico ancora nulla.”

5) ci puoi raccontare qualche espediente simpatico, come ti sei trovata a sentire parlare siciliano gli attori, tu che essendo di Messina lo consoci bene. Hai dato una mano a qualcuno??
E’ stato bello vedere attorno a me tanti attori recitare in siciliano. Credo che l’accento puro della mia terra abbia dato autenticità al film. No, non ho dovuto aiutare nessuno, perchè fortunatamente erano quasi tutti siciliani.”

 

Noi ringraziamo di cuore Katia per la bella intervista che ci ha concesso.

Print Friendly
2

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>