Volo NY – Las Vegas, pilota impazzito: passeggeri diventano eroi

Attimi di terrore sull’aereo che da New York avrebbe dovuto condurre 135 passeggeri a Las Vegas: il capitano impazzito ha abbandonato i comandi e correndo urlava la presenza di una bomba

Print Friendly

pilota impazzito

La paura di una bomba sull’aereo in genere colpisce i passeggeri, questa volta sul volo NY – Las Vegas della compagnia Jetblue è stato il pilota, il capitano, ad essere colto dal panico. L’uomo in preda ad una crisi nervosa sembrava impazzito, l’aereo era già in volo e lui ha lasciato la cabina e si è messo a correre lungo il corridoio urlando che era in atto un attentato. Era convinto che sull’aereo diretto a Las Vegas ci fosse una bomba e mentre lo gridava ha iniziato anche a picchiare contro la porta della cabina di comando dove il co – pilota si era già chiuso dall’interno e aveva assunto il comando.

Il capitano era in preda a qualche allucinazione ed è facile immaginare lo sgomento dei 135 passeggeri.  E quando una delle hostess ha sollecitato gli stessi affinchè bloccassero il capitano, la paura è passata in secondo piano e l’uomo è stato fermato prima che la situazione diventasse davvero pericolosa.

Intanto il co – pilota, che era riuscito ad allontanare il capitano dai comandi non appena si era reso conto del suo malessere, è riuscito a portare il veivolo a terra, in Texas, anche grazie all’aiuto di un collega che si trovava lì per caso.

I passeggeri sono così diventati degli eroi e hanno potuto raccontare che il pilota urlava termini che conducevano ad una situazione tragica quali, bomba, Iran, Iraq…

Tutti sono stati poi imbarcati su un altro volo e condotti a destinazione, mentre il comandante è stato consegnato alla polizia e poi trasportato in ospedale per gli ovvi accertamenti in seguito a quello che è stato definito come un grave crollo psichico.

Print Friendly

La paura di una bomba sull’aereo in genere colpisce i passeggeri, questa volta sul volo NY – Las Vegas della compagnia Jetblue è stato il pilota, il capitano, ad essere colto dal panico. L’uomo in preda ad una crisi nervosa sembrava impazzito, l’aereo era già in volo e lui ha lasciato la cabina e si è messo a correre lungo il corridoio urlando che era in atto un attentato. Era convinto che sull’aereo diretto a Las Vegas ci fosse una bomba e mentre lo gridava ha iniziato anche a picchiare contro la porta della cabina di comando dove il co – pilota si era già chiuso dall’interno e aveva assunto il comando.

Il capitano era in preda a qualche allucinazione ed è facile immaginare lo sgomento dei 135 passeggeri.  E quando una delle hostess ha sollecitato gli stessi affinchè bloccassero il capitano, la paura è passata in secondo piano e l’uomo è stato fermato prima che la situazione diventasse davvero pericolosa.

Intanto il co – pilota, che era riuscito ad allontanare il capitano dai comandi non appena si era reso conto del suo malessere, è riuscito a portare il veivolo a terra, in Texas, anche grazie all’aiuto di un collega che si trovava lì per caso.

I passeggeri sono così diventati degli eroi e hanno potuto raccontare che il pilota urlava termini che conducevano ad una situazione tragica quali, bomba, Iran, Iraq…

Tutti sono stati poi imbarcati su un altro volo e condotti a destinazione, mentre il comandante è stato consegnato alla polizia e poi trasportato in ospedale per gli ovvi accertamenti in seguito a quello che è stato definito come un grave crollo psichico.

Print Friendly
0

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>