Antonio Cassano torna in campo in Milan-Fiorentina

Antonio Cassano torna in campo è tra i convocati di Milan-Fiorentina

Print Friendly

Italy Soccer Champions League

Antonio Cassono è tra i convocati per Milan-Fiorentina: sembra essere questa la notizia migliore per il club rossonero. Una notizia che vale più di una gara vinta anche se l’eliminazione dalla Champions brucia, non si può negare il contrario, il ritorno di un giocatore come Cassano è un grande momento. Non sappiamo ancora se l’attaccante oggi scenderà in campo ma di sicuro sarà in panchina. Allegri potrebbe concedergli qualche sprazzo di gara per fargli sentire il calore dei tifosi rossoneri seduto oggi sugli spalti di San Siro.
E pensare che Antonio aveva temuto il peggio: è lui stesso a confidare ai giornalisti di aver creduto di morire, di dover smettere con il calcio. Alla fine però tutto è andato per il meglio e Cassano torna nell’Olimpo del calcio.

Milan-Fiorentina: Cassano è tra i convocati

Le parole di Cassano alla vigilia della gara in cui potrebbe tornare in campo: “Devo dire la verità: un po’ di paura l’ho avuta, specialmente per i miei cari, qualche giorno prima dell’operazione. Per circa 36 ore non ci ho capito più nulla, facevo fatica a parlare, non ricordavo cosa mi succedeva, ma l’importante, ora, è che sia tutto passato: dal Real Madrid al Barcellona, da Mourinho a Delneri e anche Iniesta, tutto il mondo mi ha chiamato. Ho capito quanta gente tenga a me, prima come uomo che come calciatore. Mi aspetto applausi da chi mi tifa, chi mi fischia vuol dire che mi teme, non è cambiato nulla.”

Sono stati davvero tanti i messaggi di stima per Cassano; anche Maradona aveva deciso di scrivere una lettera a quel piccolo talento che lui aveva conosciuto tanti anni prima quando era arrivato alla Roma.

E non mancano i ringraziamenti al Milan e ai dottori: “Se tutto questo mi fosse successo in un’altra società non so se mi avrebbero curato come mi hanno curato gli specialisti del Milan: voglio ringraziare il presidente Berlusconi, Barbara e il dottor Galliani che nel periodo per me più buio mi è stato molto vicino. E soprattutto voglio ringraziare chi mi ha salvato la vita, il dottor Tavana: se non ci fosse stato lui a prendermi per i capelli non so se a quest’ora ero ancora in questo mondo”.

Print Friendly

Antonio Cassono è tra i convocati per Milan-Fiorentina: sembra essere questa la notizia migliore per il club rossonero. Una notizia che vale più di una gara vinta anche se l’eliminazione dalla Champions brucia, non si può negare il contrario, il ritorno di un giocatore come Cassano è un grande momento. Non sappiamo ancora se l’attaccante oggi scenderà in campo ma di sicuro sarà in panchina. Allegri potrebbe concedergli qualche sprazzo di gara per fargli sentire il calore dei tifosi rossoneri seduto oggi sugli spalti di San Siro.
E pensare che Antonio aveva temuto il peggio: è lui stesso a confidare ai giornalisti di aver creduto di morire, di dover smettere con il calcio. Alla fine però tutto è andato per il meglio e Cassano torna nell’Olimpo del calcio.

Milan-Fiorentina: Cassano è tra i convocati

Le parole di Cassano alla vigilia della gara in cui potrebbe tornare in campo: “Devo dire la verità: un po’ di paura l’ho avuta, specialmente per i miei cari, qualche giorno prima dell’operazione. Per circa 36 ore non ci ho capito più nulla, facevo fatica a parlare, non ricordavo cosa mi succedeva, ma l’importante, ora, è che sia tutto passato: dal Real Madrid al Barcellona, da Mourinho a Delneri e anche Iniesta, tutto il mondo mi ha chiamato. Ho capito quanta gente tenga a me, prima come uomo che come calciatore. Mi aspetto applausi da chi mi tifa, chi mi fischia vuol dire che mi teme, non è cambiato nulla.”

Sono stati davvero tanti i messaggi di stima per Cassano; anche Maradona aveva deciso di scrivere una lettera a quel piccolo talento che lui aveva conosciuto tanti anni prima quando era arrivato alla Roma.

E non mancano i ringraziamenti al Milan e ai dottori: “Se tutto questo mi fosse successo in un’altra società non so se mi avrebbero curato come mi hanno curato gli specialisti del Milan: voglio ringraziare il presidente Berlusconi, Barbara e il dottor Galliani che nel periodo per me più buio mi è stato molto vicino. E soprattutto voglio ringraziare chi mi ha salvato la vita, il dottor Tavana: se non ci fosse stato lui a prendermi per i capelli non so se a quest’ora ero ancora in questo mondo”.

Print Friendly
1

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

  1. Pingback: Antonio Cassano torna in campo in Milan-Fiorentina - Allnewz.it - Sport