Euro 2012, in quali casi l’Italia passa il turno? Ecco il regolamento

L’Italia passa il turno solo se? E’ questa la domanda che si fanno i tifosi italiani sperando che la nazionale non lasci in modo prematuro Euro 2012, e pregando Spagna e Croazia di non fare il famoso biscotto

Print Friendly

euro 2012

In queste ore dopo la gara Italia-Croazia di Euro 2012, ci siamo messi un pò tutti a fare i calcoli per il passaggio del turno chiedendoci in quale caso la nostra nazionale passasse il turno. E poi è tornato alla ribalta un termine che ci ha accompagnato nell’avventura europea del 2004, il famoso “biscotto”. Per chi non lo sapesse per biscotto si intende una sorta di accordo tra due squadre che, scegliendo un risultato comodo a entrambe, manderebbero a casa la terza incomoda passando al turno successivo. In questo caso il biscotto potrebbero farlo Spagna e Croazia decidendo di finire la gara sul 2 a 2. Come si procederebbe in caso di vittoria dell’Italia e in caso di pareggio tra le altre due squadre del gruppo C? Diamo un’occhiata al regolamento.

Ricordiamo che in questo momento la classifica del gruppo C dice: prime Spagna e Croazia con 4 punti, seconda Italia con 2 e ultima l’Irlanda fuori dai giochi con 0 punti. L’Italia per passare intanto dovrebbe vincere, potrebbe poi sperare nella vittoria di una delle due avversarie mentre in caso di un pareggio le cose si complicherebbero perchè Spagna, Italia e Croazia sarebbero a quota 5 punti. Come si procederebbe a qual punto? Ecco il regolamento:

a) più alto numero di punti ottenuti
b) superiore differenza reti nelle partite tra le squadre a pari punti (se più di due squadre finiscono a pari punti)
c) più alto numero di gol segnati nelle gare tra le squadre a pari punti (se più di due squadre finiscono a pari punti)
d) superiore differenza reti in tutte le partite del gruppo
e) più alto numero di gol segnati in tutte le partite del gruppo
f) posizione nel ranking UEFA per squadre nazionali
g) condotta fairy play delle squadre nella fase finale del torneo
h) sorteggio

In questo caso quindi si dovrebbero contare i gol fatti da tutte e tre le nazionali. Quello che però si teme è un tacito accordo tra Spagna e Croazia che con un 2 a 2 passerebbero entrambe ai quarti di finale.

Questi gli altri possibili scenari:

-Croazia-Spagna termina 0-0 . In questo caso la nazionale di Prandelli passa il turno per aver realizzato 2 gol (uno contro la Spagna e uno contro la Croazia), mentre croati e spagnoli sono fermi a 1.

-Croazia-Spagna termina 1-1. Si avrebbero gli stessi risultati in tutti e tre gli scontri diretti. A questo punto bisognerebbe affidarsi alla la differenza reti globale (quindi si considerano anche le partite contro l’Irlanda): l’Italia per passare il turno, devono superare la squadra di Trapattoni con almeno due gol di scarto (3-1, 4-2, etc…), mentre il 2 a 0 non basterebbe.

Se la Croazia e la Spagna pareggiano con un 2-2, un 3-3 ecc passano entrambe e l’Italia viene eliminata.

 

 

Print Friendly

In queste ore dopo la gara Italia-Croazia di Euro 2012, ci siamo messi un pò tutti a fare i calcoli per il passaggio del turno chiedendoci in quale caso la nostra nazionale passasse il turno. E poi è tornato alla ribalta un termine che ci ha accompagnato nell’avventura europea del 2004, il famoso “biscotto”. Per chi non lo sapesse per biscotto si intende una sorta di accordo tra due squadre che, scegliendo un risultato comodo a entrambe, manderebbero a casa la terza incomoda passando al turno successivo. In questo caso il biscotto potrebbero farlo Spagna e Croazia decidendo di finire la gara sul 2 a 2. Come si procederebbe in caso di vittoria dell’Italia e in caso di pareggio tra le altre due squadre del gruppo C? Diamo un’occhiata al regolamento.

Ricordiamo che in questo momento la classifica del gruppo C dice: prime Spagna e Croazia con 4 punti, seconda Italia con 2 e ultima l’Irlanda fuori dai giochi con 0 punti. L’Italia per passare intanto dovrebbe vincere, potrebbe poi sperare nella vittoria di una delle due avversarie mentre in caso di un pareggio le cose si complicherebbero perchè Spagna, Italia e Croazia sarebbero a quota 5 punti. Come si procederebbe a qual punto? Ecco il regolamento:

a) più alto numero di punti ottenuti
b) superiore differenza reti nelle partite tra le squadre a pari punti (se più di due squadre finiscono a pari punti)
c) più alto numero di gol segnati nelle gare tra le squadre a pari punti (se più di due squadre finiscono a pari punti)
d) superiore differenza reti in tutte le partite del gruppo
e) più alto numero di gol segnati in tutte le partite del gruppo
f) posizione nel ranking UEFA per squadre nazionali
g) condotta fairy play delle squadre nella fase finale del torneo
h) sorteggio

In questo caso quindi si dovrebbero contare i gol fatti da tutte e tre le nazionali. Quello che però si teme è un tacito accordo tra Spagna e Croazia che con un 2 a 2 passerebbero entrambe ai quarti di finale.

Questi gli altri possibili scenari:

-Croazia-Spagna termina 0-0 . In questo caso la nazionale di Prandelli passa il turno per aver realizzato 2 gol (uno contro la Spagna e uno contro la Croazia), mentre croati e spagnoli sono fermi a 1.

-Croazia-Spagna termina 1-1. Si avrebbero gli stessi risultati in tutti e tre gli scontri diretti. A questo punto bisognerebbe affidarsi alla la differenza reti globale (quindi si considerano anche le partite contro l’Irlanda): l’Italia per passare il turno, devono superare la squadra di Trapattoni con almeno due gol di scarto (3-1, 4-2, etc…), mentre il 2 a 0 non basterebbe.

Se la Croazia e la Spagna pareggiano con un 2-2, un 3-3 ecc passano entrambe e l’Italia viene eliminata.

 

 

Print Friendly
0

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>