Euro 2012, l’Italia batte l’Irlanda e passa ai quarti

Euro 2012, Italia-Irlanda finisce 2 a 0: gli azzurri volano ai quarti

Print Friendly

antonio cassano italia-irlanda

Euro 2012: l’Italia piega l’Irlanda-E’ l’occasione che l’Italia non può sbagliare. Per i quarti di finale di Euro 2012 ci sono solo due posti e la nazionale di Prandelli vuole staccare un biglietto. Con l’incubo del biscotto l’Italia scende in campo sapendo che deve vincere e più segna meglio è. Il risultato di Croazia-Spagna sembra non influire visto che per oltre 80 minuti non arrivano novità da Danzica. Cambia tutto quasi alla fine con il vantaggio della Spagna ma l’Italia non teme: sta vincendo due a zero e il secondo gol è una prodezza di Mario Balotelli.

Primo tempo da dimenticare per la nazionale di Prandelli che parte malissimo. L’Irlanda si fa pericolosa sin dai primi secondi della gara e continua ad aggredire come se avesse bisogno della vittoria a tutti i costi, un pò quello che invece avrebbe dovuto fare l’Italia. I primi 25 minuti sono completamente negativi con l’Italia che non trova le posizioni in campo, non è pericolosa in avanti e sbaglia sugli attacchi della nazionale di Trapattoni. I minuti passano e i gol che servirebbero per la sicurezza non arrivano. Nessuna novità neppure da Croazia-Spagna sempre sullo 0 a 0. Prandelli prova a dare la sveglia ai suoi ma i minuti passano e dopo 30 minuti la gara è ancora sul pari. Un risultato che non serve a nulla all’Italia. La prima azione pericolosa arriva al minuto 33 con l’Italia che  si sveglia. Gli azzurri ci credono e dopo 2 minuti arriva la rete di Antonio Cassano: esplode la gioia dei tifosi. Non ci sono altre importanti azioni da segnalare e al minuto 45, senza recupero, vi va sotto la doccia.

Nel secondo tempo è tutta un’altra musica anche perchè dalla partita di Croazia e Spagna non arrivano reti. Gli azzurri però non trovano il raddoppio e Prandelli cerca di smuovere i ragazzi con l’entrata di Diamanti in campo. Al minuto 70 la situazione non cambia anche se la nazionale italiana dovrebbe cercare il raddoppio. La partita si innervosisce: viene ammonito anche Gianluigi Buffon. C’è spazio anche per Mario Balotelli che entra al posto di Di Natale per cercare di dare quel guizzo che non ha ancora dato. Fischi per la sua entrata in campo, non è questo il bello del calcio. Da Danzica non ci sono novità quando i minuti sono ottanta. Al minuto 88 arrivano notizie da Danzica: la Spagna è passata in vantaggio ma Balotelli regala una magia e c’è il raddoppio.

 

Print Friendly

Euro 2012: l’Italia piega l’Irlanda-E’ l’occasione che l’Italia non può sbagliare. Per i quarti di finale di Euro 2012 ci sono solo due posti e la nazionale di Prandelli vuole staccare un biglietto. Con l’incubo del biscotto l’Italia scende in campo sapendo che deve vincere e più segna meglio è. Il risultato di Croazia-Spagna sembra non influire visto che per oltre 80 minuti non arrivano novità da Danzica. Cambia tutto quasi alla fine con il vantaggio della Spagna ma l’Italia non teme: sta vincendo due a zero e il secondo gol è una prodezza di Mario Balotelli.

Primo tempo da dimenticare per la nazionale di Prandelli che parte malissimo. L’Irlanda si fa pericolosa sin dai primi secondi della gara e continua ad aggredire come se avesse bisogno della vittoria a tutti i costi, un pò quello che invece avrebbe dovuto fare l’Italia. I primi 25 minuti sono completamente negativi con l’Italia che non trova le posizioni in campo, non è pericolosa in avanti e sbaglia sugli attacchi della nazionale di Trapattoni. I minuti passano e i gol che servirebbero per la sicurezza non arrivano. Nessuna novità neppure da Croazia-Spagna sempre sullo 0 a 0. Prandelli prova a dare la sveglia ai suoi ma i minuti passano e dopo 30 minuti la gara è ancora sul pari. Un risultato che non serve a nulla all’Italia. La prima azione pericolosa arriva al minuto 33 con l’Italia che  si sveglia. Gli azzurri ci credono e dopo 2 minuti arriva la rete di Antonio Cassano: esplode la gioia dei tifosi. Non ci sono altre importanti azioni da segnalare e al minuto 45, senza recupero, vi va sotto la doccia.

Nel secondo tempo è tutta un’altra musica anche perchè dalla partita di Croazia e Spagna non arrivano reti. Gli azzurri però non trovano il raddoppio e Prandelli cerca di smuovere i ragazzi con l’entrata di Diamanti in campo. Al minuto 70 la situazione non cambia anche se la nazionale italiana dovrebbe cercare il raddoppio. La partita si innervosisce: viene ammonito anche Gianluigi Buffon. C’è spazio anche per Mario Balotelli che entra al posto di Di Natale per cercare di dare quel guizzo che non ha ancora dato. Fischi per la sua entrata in campo, non è questo il bello del calcio. Da Danzica non ci sono novità quando i minuti sono ottanta. Al minuto 88 arrivano notizie da Danzica: la Spagna è passata in vantaggio ma Balotelli regala una magia e c’è il raddoppio.

 

Print Friendly
0

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>