L’ondata di calore durerà tre giorni: bollino rosso

Il picco più alto di calore lo subiremo giovedì e venerdì e soprattutto in 16 sedici città italiane. Il fine settimana sarà caratterizzato anche da piogge al nord, mentre al sud l’estate sarà perfetta. Molto piacevole il tempo previsto per la prossima settimana

Print Friendly

caldo

Se oggi stiamo soffrendo il caldo e i condizionatori già funzionano a pieno ritmo purtroppo non arrivano buone notizie per i prossimi giorni. Dovevamo essere preparati a questa prima ondata di calore ancora prima dell’arrivo ufficiale dell’estate 2012 ma il bollino rosso previsto in molte città d’Italia fa boccheggiare al solo pensiero.

Le città maggiormente interessate dal caldo dovuto all’anticiclone africano sono già state elencate. Ad avvertite maggiormente il caldo di giovedì e venerdì anche a causa dell’elevato tasso di umidità saranno ben 15 città, ovvero Bologna, Bolzano, Brescia, Firenze, Frosinone, Campobasso, Civitavecchia, Latina, Milano, Rieti, Roma, Trieste, Verona e Venezia. Più fortunata Viterbo che patirà per lo più domani mentre venerdì la situazione tornerà ad un livello normale.

Il livello normale è quello che il ministero della salute classifica con il bollino giallo, mentre il bollino rosso preoccupa non poco. Infatti sono ancora molte e ancora più intense le ore che passeremo a stretto contatto con l’anticiclone Scipione, il responsabile di tanto calore. Un anticiclone che arriva dall’Africa sahariana che fino a venerdì spingerà aria molto calda verso la nostra penisola. Non a casa da noi si registreranno le temperature più alte d’Europa.

A volere essere più precisi il portale ilmeteo.it sottolinea che “il picco massimo del caldo si toccherà giovedì pomeriggio con i 40° sul foggiano, 40° su molte zone del Sud e della Sicilia, 38-39° sulle regioni adriatiche, 36-37° tra l’Emilia e le zone interne della Romagna, 36 a Firenze e Roma. I 35-36° saranno praticamente una costante nelle maggiori cittá e i 32-34° afosi di Milano saranno percepiti come 38°. Nelle zone emiliane colpite dal sisma si supereranno i 35°”.

Le previsioni poi per le fine settimana anticipano un cambio improvviso al nord con nubi, rovesci e temporali sulle Alpi, Prealpi, Lombardia, parte del Piemonte, dell’Emilia e Veneto. Caldo nel resto del Paese. Per la prossima settimana invece belle giornata di sole con bassi livelli di umidità.

 

Print Friendly

Se oggi stiamo soffrendo il caldo e i condizionatori già funzionano a pieno ritmo purtroppo non arrivano buone notizie per i prossimi giorni. Dovevamo essere preparati a questa prima ondata di calore ancora prima dell’arrivo ufficiale dell’estate 2012 ma il bollino rosso previsto in molte città d’Italia fa boccheggiare al solo pensiero.

Le città maggiormente interessate dal caldo dovuto all’anticiclone africano sono già state elencate. Ad avvertite maggiormente il caldo di giovedì e venerdì anche a causa dell’elevato tasso di umidità saranno ben 15 città, ovvero Bologna, Bolzano, Brescia, Firenze, Frosinone, Campobasso, Civitavecchia, Latina, Milano, Rieti, Roma, Trieste, Verona e Venezia. Più fortunata Viterbo che patirà per lo più domani mentre venerdì la situazione tornerà ad un livello normale.

Il livello normale è quello che il ministero della salute classifica con il bollino giallo, mentre il bollino rosso preoccupa non poco. Infatti sono ancora molte e ancora più intense le ore che passeremo a stretto contatto con l’anticiclone Scipione, il responsabile di tanto calore. Un anticiclone che arriva dall’Africa sahariana che fino a venerdì spingerà aria molto calda verso la nostra penisola. Non a casa da noi si registreranno le temperature più alte d’Europa.

A volere essere più precisi il portale ilmeteo.it sottolinea che “il picco massimo del caldo si toccherà giovedì pomeriggio con i 40° sul foggiano, 40° su molte zone del Sud e della Sicilia, 38-39° sulle regioni adriatiche, 36-37° tra l’Emilia e le zone interne della Romagna, 36 a Firenze e Roma. I 35-36° saranno praticamente una costante nelle maggiori cittá e i 32-34° afosi di Milano saranno percepiti come 38°. Nelle zone emiliane colpite dal sisma si supereranno i 35°”.

Le previsioni poi per le fine settimana anticipano un cambio improvviso al nord con nubi, rovesci e temporali sulle Alpi, Prealpi, Lombardia, parte del Piemonte, dell’Emilia e Veneto. Caldo nel resto del Paese. Per la prossima settimana invece belle giornata di sole con bassi livelli di umidità.

 

Print Friendly
0

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>