I grassi che fanno dimagrire, la nuova dieta

Per dimagrire e mantenere a lungo termine i risultati è assolutamente vietato eliminare i grassi. Lo rivela una ricerca che indica la dieta a basso indice glicemico come la migliore.

Print Friendly

dieta

Quante volte vi siete sentite dire che per dimagrire bisogna eliminare i grassi, il cosidetto condimento che tanto ci piace ma che fa lievitare le calorie? Sicuramente tante volte e di certo abbiamo mangiato senza olio le verdure e tutto il resto. Una nuova ricerca mette in dubbio tutto e rivela che per dimagrire nel modo giusto servono i grassi, cioè non solo non dobbiamo eliminarli dalla dieta ma addirittura sono necessari.

A renderci felici sono i medici del Boston Children’s Hospital che in seguito ad una ricerca pubblicata sul Journal of American Medical Association dichiarano che la ricetta perfetta per dimagrire non necessita della eliminazione dei grassi, che anzi è una scelta che farebbe rallentare il dimagrimento, ma è molto utile sostituire i carboidrati raffinati con quelli integrali, verdure e legumi. Aggiungendo che le calorie non sono tutte uguali.

Alla base di tale ricerca c’è il confronto tra tre diete molto popolari, ovvero la Atkins che è a basso contenuto di carboidrati con il 60% di grassi, quella con pochi grassi e quella a basso indice glicemico.

Il dottor David Ludwig che ha diretto la ricerca spiega: “Una caloria non è sempre una caloria e può incidere diversamente in relazione alla dieta scelta. Abbiamo indagato sugli effetti delle diete nel lungo termine perché solo una persona si sei mantiene il 10% del peso forma nel lungo periodo, gli altri riprendono tutti i chili persi. Abbiamo confrontato 300 calorie di base per tutte le tre diete e visto che innescano reazioni biologiche molto diverse. Se si eliminano i grassi il dimagrimento rallenta, meglio eliminare i carboidrati raffinati e lasciare i grassi buoni abbinandoli a carboidrati integrali, verdure e legumi come indica la dieta a basso indice glicemico.

Print Friendly

Quante volte vi siete sentite dire che per dimagrire bisogna eliminare i grassi, il cosidetto condimento che tanto ci piace ma che fa lievitare le calorie? Sicuramente tante volte e di certo abbiamo mangiato senza olio le verdure e tutto il resto. Una nuova ricerca mette in dubbio tutto e rivela che per dimagrire nel modo giusto servono i grassi, cioè non solo non dobbiamo eliminarli dalla dieta ma addirittura sono necessari.

A renderci felici sono i medici del Boston Children’s Hospital che in seguito ad una ricerca pubblicata sul Journal of American Medical Association dichiarano che la ricetta perfetta per dimagrire non necessita della eliminazione dei grassi, che anzi è una scelta che farebbe rallentare il dimagrimento, ma è molto utile sostituire i carboidrati raffinati con quelli integrali, verdure e legumi. Aggiungendo che le calorie non sono tutte uguali.

Alla base di tale ricerca c’è il confronto tra tre diete molto popolari, ovvero la Atkins che è a basso contenuto di carboidrati con il 60% di grassi, quella con pochi grassi e quella a basso indice glicemico.

Il dottor David Ludwig che ha diretto la ricerca spiega: “Una caloria non è sempre una caloria e può incidere diversamente in relazione alla dieta scelta. Abbiamo indagato sugli effetti delle diete nel lungo termine perché solo una persona si sei mantiene il 10% del peso forma nel lungo periodo, gli altri riprendono tutti i chili persi. Abbiamo confrontato 300 calorie di base per tutte le tre diete e visto che innescano reazioni biologiche molto diverse. Se si eliminano i grassi il dimagrimento rallenta, meglio eliminare i carboidrati raffinati e lasciare i grassi buoni abbinandoli a carboidrati integrali, verdure e legumi come indica la dieta a basso indice glicemico.

Print Friendly
0

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>