Ida Correale moure a ventitrè anni sotto il sole in piscina

Ida Correale aveva solo 23 anni, nonostante praticasse nuoto da anni ieri è morta mentre era distesa sul lettino ai bordi di una piscina, mentre prendeva il sole, un caldo che forse l’ha uccisa

Print Friendly

ida correale

Il caldo purtroppo ogni anno fa le sue vittime, in pericolo in genere sono gli anziani e i più piccoli, la morte di Ida Correale a soli 23 anni lascia increduli.

Ida era una ragazza esile e sportiva, innamorata della vita e soprattutto del nuoto, lo sport che da anni la appassionava e che avrebbe voluto praticare per sempre. Frequentava la piscina di Lavorate ed era iscritta alla facoltà di Archeologia a Salerno. Abitava a Sarno dove in tanti la ricordano con zaino e libri. E’ morta ieri sconvolgendo tutti e lasciando nel dolore più profondo la madre e il padre, rispettivamente medico e ingegnere molto noti in città.

Non si conoscono nel dettaglio le cause del decesso della ragazza  ma la triste realtà è che è Ida è morta mentre prendeva il sole ai bordi di una piscina di Torre Annunziata, una struttura dove lei e la sorella minore si recavano spesso in estate. E ad accorgersi della tragedia è stata proprio la sorella, credeva che Ida stesse dormendo, invece quando dopo un po’ di tempo ha provato a chiamarla e a scuoterla con forza ha capito che qualcosa di grave era successo. Alle urla della ragazza sono giunti immediati i primi soccorsi dei responsabili della struttura ma la situazione è apparsa subito critica. Poi la corsa in ospedale dove è giunta in arresto cardiaco.

Alcuni testimoni presenti in piscina hanno confermato che Ida sembrava stesse prendendo il sole distesa sul lettino, sembrava poi si fosse addormentata, invece chissà quando il suo cuore aveva smesso di battere.

Apparentemente la giovane non aveva particolare problemi fisici, invece tra poche ore nella chiesa di San Francesco in piazza Municipio saranno celebrati i suoi funerali.

Print Friendly

Il caldo purtroppo ogni anno fa le sue vittime, in pericolo in genere sono gli anziani e i più piccoli, la morte di Ida Correale a soli 23 anni lascia increduli.

Ida era una ragazza esile e sportiva, innamorata della vita e soprattutto del nuoto, lo sport che da anni la appassionava e che avrebbe voluto praticare per sempre. Frequentava la piscina di Lavorate ed era iscritta alla facoltà di Archeologia a Salerno. Abitava a Sarno dove in tanti la ricordano con zaino e libri. E’ morta ieri sconvolgendo tutti e lasciando nel dolore più profondo la madre e il padre, rispettivamente medico e ingegnere molto noti in città.

Non si conoscono nel dettaglio le cause del decesso della ragazza  ma la triste realtà è che è Ida è morta mentre prendeva il sole ai bordi di una piscina di Torre Annunziata, una struttura dove lei e la sorella minore si recavano spesso in estate. E ad accorgersi della tragedia è stata proprio la sorella, credeva che Ida stesse dormendo, invece quando dopo un po’ di tempo ha provato a chiamarla e a scuoterla con forza ha capito che qualcosa di grave era successo. Alle urla della ragazza sono giunti immediati i primi soccorsi dei responsabili della struttura ma la situazione è apparsa subito critica. Poi la corsa in ospedale dove è giunta in arresto cardiaco.

Alcuni testimoni presenti in piscina hanno confermato che Ida sembrava stesse prendendo il sole distesa sul lettino, sembrava poi si fosse addormentata, invece chissà quando il suo cuore aveva smesso di battere.

Apparentemente la giovane non aveva particolare problemi fisici, invece tra poche ore nella chiesa di San Francesco in piazza Municipio saranno celebrati i suoi funerali.

Print Friendly
0

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>