Luca Argentero ha perso otto chili per diventare un ex pugile nel film di Claudio Amendola (Foto)


Il film di Claudio Amendola per Luca Argentero è arrivato nel momento giusto per l’attore ma per potere interpretare il ruolo di un ex pugile ha dovuto perdere otto chili e farsi spuntare gli addominali (foto). Nel cinema italiano le trasformazioni degli attori sono rare, mentre gli attori di Hollywood prendono al volo queste occasioni, spesso valgono un  Oscar. Secondo film da regista per Amendola: Il permesso – 48 ore fuori, racconta la storia di quattro detenuti in permesso per 48 ore, un film duro che parla però anche d’amore. Luca Argentero si è sottoposto ad una alimentazione rigidissima, ad un allenamento anche più duro perché nelle scene doveva mostrare gli addominali di un ex pugile. Un regalo per Argentero che più del sacrificio ha sentito l’orgoglio e la soddisfazione di potersi trasformare. A Che tempo che fa Argentero e Amendola hanno raccontato questo film, hanno parlato di Donato, il protagonista interpretato da Luca.
Argentero ha confidato: “Mi ha fatto un regalo invece che chiedermi dei sacrifici perché io non frequento tanto questo genere e in realtà, forse non lo sa neppure Claudio, appena prima che mi facesse questa proposta, avevo perso un provino per un film a cui tenevo tantissimo in cui c’era la possibilità di fare una trasformazione, cosa che non è tanto consueta nel nostro cinema. Come un fulmine a ciel sereno è arrivata la proposta di Claudio con in più la possibilità di trasformarsi un po’. E’stato  il massimo essere pagato per allenarmi”.

Ecco le foto

Amendola ha commentato che la scelta è caduta su Argentero anche perché è stato l’unico che sul set in una colluttazione gli abbia fatto davvero male; per lui era l’attore giusto. Addominali scolpiti, magrissimo, un taglio di capelli così diverso dal suo, la gente si spaventava, ha confidato, vedendola in strada. Non ci resta che attendere l’arrivo del film.

Commenta l'articolo