730 precompilato 2017: modello online disponibile, accesso, correzioni e ultime novità


Dal 15 aprile 2017 è stata avviata in Italia la manovra del 730 precompilato 2017, destinato alle dichiarazioni dei redditi dei contribuenti. Il modello 730 2017 è disponibile online all’indirizzo dell’Agenzia delle Entrate ed è destinato a circa 30 milioni di contribuenti tra lavoratori dipendenti e pensionati. Stando alle ultime notizie e alle prime stime da parte di alcune associazioni di contribuenti, è stato calcolato che sarà mediamente possibile recuperare circa 700 euro da ogni dichiarazione, per un totale di oltre 8 miliardi di euro. La dichiarazione è presente nell’area personale di ciascun contribuente sul sito dell’Agenzia delle Entrate, che ha già provveduto alla compilazione secondo i dati in suo possesso. Il contribuente ha il diritto e il dovere di verificare che sia tutto corretto, che non ci siano mancanze o eccedenze.


In realtà, il modello 730 precompilato non è un’assoluta novità nella nostra Pubblica Amministrazione, che già da diversi anni ha avviato la sperimentazione di questo sistema. Tuttavia, di anno in anno sono state apportate numerose modifiche e migliorie, soprattutto per quanto riguarda l’inserimento dei dati sanitari. Sono, infatti, state integrate le spese per l’acquisto dei medicinali (prescritti o meno), e le prestazioni mediche richieste dagli specialisti. Conoscere le ultime news sul meccanismo di lettura e inserimento delle spese sanitarie è importante per completare e correggere il 720 2017 senza fare errori. 

Modello 730 precompilato: accesso e lettura del modulo

Per sfruttare il servizio del 730 precompilato, accesso e verifica devono essere effettuati mediante le credenziali fornite dall’Agenzia delle Entrate. Si tratta di un codice pin e di una password ma sono valide anche le credenziali della Carta Nazionale dei Servizi e dell’INPS. La visualizzazione del 730 precompilato 2017 può essere effettuata nella propria pagina personale dei servizi ed è facilmente raggiungibile una volta che il sistema ha convalidato l’accesso al sito.

Modello 730 precompilato: cosa contiene?

Entrando maggiormente nello specifico, però, il modello 730 precompilato cosa contiene? Ovviamente, sono presenti i dati della Certificazione Unica relativa ai redditi da lavoro dipendente e quelli percepiti dal contribuente sotto forma di pagamenti come lavoratore autonomo occasionale. A questi, sempre tratti dalla Certificazione Unica, vanno aggiunti i dati relativi alle ritenute IRPEF e le addizionali previste dal comune e dalla regione di residenza oltre, ovviamente, agli eventuali redditi percepiti e le eventuali detrazioni per i familiari a carico.
Ovviamente, per la compilazione del modello 2017, l’Agenzia delle Entrate di rifà alla dichiarazione del 2016, da cui trae eventuali dati relativi a eccedenze non dovute e oneri da suddividere su più periodi di imposte. Vengono inserite anche le informazioni tratte dagli eventuali modelli F24. A questi, si aggiungono i contributi assicurativi e quelli previdenziali per i lavoratori domestici, e gi interessi maturati nell’ultimo anno sui mutui in corso.

Modello 730 precompilato: spese mediche e prestazioni specialistiche

Queste sono le informazioni di base che l’Agenzia delle Entrate ha modo di reperire dalle sue fonti dirette. Tuttavia, nell’ultimo aggiornamento del sistema di inserimento dei dati, sono state apportate interessanti migliorie e nel modello 730 precompilato 2017, spese mediche e prestazioni professionali sono state già inserite dal sistema. Infatti, da quest’anno l’Agenzia delle Entrate è in grado di integrare il modello con tutti gli acquisti di medicinali effettuati utilizzando la tessera sanitaria personale del dichiarante, o di un membro del nucleo familiare, nonché le prestazioni mediche specialistiche presso oculisti, ostetrici, ginecologi, radiografi, ortopedici ecc.

Modello 730 precompilato: correzioni e integrazioni

Per il 730 precompilato, correzioni e modifiche possono e devono essere apportate dal contribuente per tutte le detrazioni che l’Agenzia delle Entrate non ha potuto inserire per incongruenze o mancanza di informazioni. Il completamento e la correzione del modulo avviene direttamente online in maniera semplice e intuitiva: tutti i campi possono essere modificati dall’utente che ha libera facoltà di interazione con il suo modello 730 precompilato 2017. Nonostante il modulo sia disponibile già dalla prima metà di aprile, può essere inoltrato solo a partire dal 2 maggio 2017 ed entro e non oltre il prossimo 24 luglio 2017. C’è quindi molto tempo per agire senza fretta e non fare errori nella eventuale correzione del modello precompilato 730 2017.

Commenta l'articolo