Influenza 2012: i consigli per evitarla e i rimedi naturali

Si sa, con l’arrivo del freddo fa capolino, puntuale come sempre, l’influenza della stagione. Gli esperti fanno sapere che il primo caso di influenza del 2012 è già stato isolato di Italia e che il picco di italiani che saranno costretti a rimanere a letto è atteso per il prossimo gennaio. Ma cosa fare per non prendere l’influenza? Ci sono dei rimedi, tra cui molti detti “della nonna”, in quanto naturali, che potrebbero aiutare a riguardarsi e dunque ad evitarla. Innanzi tutto, un consiglio molto importante da seguire è quello di fare sport in modo regolare. Non tutti sanno infatti che, praticando attività fisica, è più difficile ammalarsi e più facile superare gli attacchi di raffreddore, senza complicanze. Questo perché fare sport fortifica l’organismo e stimola le nostre difese immunitarie, che ci rendono quindi più forti e più resistenti ai raffreddori e ai mal di gola di stagione, spesso campanello d’allarme per i virus influenzali. Il “segreto” è quello di allenarsi a giorni alterni, per almeno 30 minuti, e vestirsi “a cipolla”, con l’accortezza di non spogliarsi appena si inizia a sudare: il colpo d’aria è sempre dietro l’angolo. Per quanto riguarda invece i rimedi della nonna per contrastare i sintomi dell’influenza, ricordate sempre che per spegnere il mal di gola la soluzione c’è, anche se non è proprio il massimo per le nostre papille gustative. Prendete un bicchiere d’acqua calda e ci versate dentro un po’ di cannella, due cucchiaini di miele e un pizzico di pepe: vedrete che, bevendo tutto d’un sorso, in poco tempo spegnerete l’infiammazione. Se invece il vostro problema è il raffreddore, oltre al riposo, “la nonna” consiglia degli impacchi caldi sul naso, per liberare le vie respiratorie più in fretta. Quando si tratta di “rimedi della nonna” c’è solo da fidarsi: d’altronde si sa che le nonne non sbagliano mai.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.