Osceno il titolo di Dagospia per annunciare la morte di Rossano Rubicondi

morte rossano rubicondi

Ieri sera, la notizia della morte di Rossano Rubicondi è arrivata come un fulmine a ciel sereno. Si stentava davvero a credere che un uomo così giovane potesse essere volato via. E invece, quel post pieno di dolore di Simona Ventura annunciava davvero una tragedia che ha lasciato migliaia di persone senza parole. La notizia della morte di Rossano Rubicondi ha fatto chiaramente il giro del mondo, il giro del web e oggi se ne parla sui giornali. Una notizia che davvero nessuno voleva credere. Una notizia data in modo diverso da tanti siti, anche da Dagospia che ha scelto un titolo piuttosto squallido per annunciare ai suoi lettori la morte di Rubicondi. Chi legge le news di Dagospia sa bene che i titolisti fanno delle scelte parecchio discutibili ( vale lo stesso per le foto che vengono spesso pubblicate in accompagnamento ai pezzi). Ma quando si parla della morte davvero, ci dovrebbe comunque essere più pudore e rispetto e un titolo come quello che è stato scelto ieri, fa venire i brividi. Sui social si è alzato un vero e proprio polverone, dopo la decisione di dare un titolo di quel genere all’articolo in cui si parlava appunto della morte di Rossano.

E’ osceno il titolo di Dagospia per la morte di Rossano Rubicondi

Ora trombati il Paradiso” hanno scritto i titolisti di Dagospia. Un po’ come a dire “va e insegna agli angeli a scopare” come se l’unico suo dono fosse stato quello del latin lover. E che se anche fosse, forse in questa occasione, poteva essere ricordato con maggiore delicatezza. La scelta di questo titolo non è piaciuta davvero a nessuno. Si dovrebbe pensare anche alle famiglie che restano, al rispetto in primis per chi non c’è più ma anche per chi sta soffrendo ed è persino costretto a leggere titoli di questo genere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.