Melania Rea ultime notizie, test del Dna per amico del marito

Due giorni fa, a Somma Vesuviana, sono avvenuti i funerali di Carmela Melania Rea, la ventinovenne scomparsa il 18 aprile scorso da Colle San Marco, e ritrovata due giorni dopo morta a Ripe di Civitella. Ma ancora lontana è la verità su ciò che sia avvenuto in quell’occasione, e su chi abbia potuto compiere un delitto tanto efferato su questa giovane mamma.

Continuano gli accertamenti inerenti l’ambiente lavorativo di Salvatore Parolisi, marito di Melania Rea. Sono state ascoltate più persone che frequentano la caserma in cui il caporal maggiore dell’esercito lavora. Ma sono state interrogate anche alcune persone di Folignano, luogo in cui Melania e Salvatore vivevano. Si cerca probabilmente di far luce sull’atteggiamento di Parolisi in ambito lavorativo, per cercare di fare chiarezza sulla sua situazione. Particolare attenzione viene prestata al rapporto che il marito di Melania era solito avere con le soldatesse che addestrava.

Ma al centro dell’attenzione, negli interrogatori di ieri, era soprattutto il colloquio di Raffaele Paciolla, amico di Salvatore Parolisi. Si tratta di una guardia penitenziaria. A destare sospetti erano le testimonianze di Parolisi, secondo cui Paciolla avrebbe scattato delle fotografie al momento del ritrovamento del corpo di Melania. Il fatto è stato smentito dal legale di Paciolla. Quest’ultimo sostiene infatti che tale ipotesi non regga, in quanto il suo assistito si sarebbe presentato sul posto solo per accompagnare il fratello della povera Melania, che doveva recarsi sul luogo per il riconoscimento. Secondo il legale, Paciolla non avrebbe potuto scattare fotografie, sia perchè era buio, sia perchè era lontano dal punto del ritrovamento. Ma tale versione sembra non combaciare con quella del marito di Melania Rea.

Paciolla ha quindi deciso di sottoporre, sia se stesso che la moglie, al test del Dna, affichè qualsiasi dubbio sulla vicenda venga chiarito quanto prima. Quindi i coniugi hanno consegnato un loro tampone alle autorità di Ascoli, ed esso verrà analizzato dai Ris nei prossimi giorni.

A.D.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.