Fano, quindicenne violentata durante la notte bianca: è caccia al gruppo

La notte bianca a Fano avrebbe dovuto essere un’occasione di festa per tutti, invece lo stupro di una ragazzina di quindici anni ha reso tutto ben diverso. E’ accaduto la scorsa notte e protagonisti di questo orribile episodio di violenza sembrano essere tre ragazzi, tutti giovanissimi. La ragazzina ha purtroppo conosciuto il gruppo di coetanei che l’hanno violentata la sera stessa. Lei era in compagnia delle sue amiche e durante una passeggiata nella zona del Lido di Fano, in un attimo di distrazione delle altre ragazze, il gruppo l’ha trascinata per un braccio in spiaggia.

Le sue amiche non si sono accorte subito della gravità della situazione, ma nel frattempo i tre ragazzi a turno l’hanno violentata senza alcuna pietà. Subito dopo la quindicenne ha raggiunto le sue amiche ed è stata accompagnata in ospedale dove i medici le hanno riscontrato lesioni e segni evidenti di violenza sessuale.

Le prime testimonianze hanno rivelato che il gruppo di ragazzi non era sobrio, al contrario della ragazzina, ma ciò non diminuisce le loro colpe, anzi le aggrava aggiungendosi al disgusto di quanto accaduto.

La notte bianca avrebbe dovuto essere un evento particolare per festeggiare con allegria, ma mentre in tanti festeggiavano poco prima di mezzanotte, mentre le strade erano piene di gente, l’adolescenza di una ragazzina è stata distrutta da tre ragazzi italiani che tutti adesso sperano che chi indaga riescano ad individuare.

E’ stata la madre della quindicenne a sporgere denuncia per violenza sessuale e sembra che stanotte le forze di polizia siano anche intervenute in più di una occasione per sedare liti e risse, e le patenti ritirate per guida in stato di ebbrezza in seguito ai tanti controlli sono state undici. La notte bianca a Fano non si è di certo svolta come era stato previsto.

One response to “Fano, quindicenne violentata durante la notte bianca: è caccia al gruppo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.