Fratelli uccisi a Milano, Riccardo Bianchi non ricorda perché ha ucciso

Riccardo Bianchi, il ragazzo di appena 21 anni che la notte tra il 23 e il 24 giugno ha ucciso a Milano il suo milgiore amico, Gianluca Palummieri e la sorella di quest’ultimo, nonché sua fidanzata, Ilaria Palummieri, non riesce a ricordare il motivo per cui ha ucciso i due ragazzi. Riccardo quella sera sarebbe uscito con l’amico Gianluca, e gli avrebbe offerto da bere, continuando a ripetergli sempre “ti voglio bene”, prima di trasformarsi nel suo carnefice. Dopo di che Riccardo si è recato nell’appartamento di Milano dove i due vivevano, e si è recato dalla fidanzata Ilaria, per confessarle di aver ucciso il fratello, soffocarla con un sacchetto di plastica e violentarla.Ieri Riccardo Bianchi davanti al Gip si è scusato perché non ricorda e, quando ricorda, non sa come spiegare. Per questo motivo il nuovo legale del ragazzo 21 enne chiederà una perizia psichiatrica, anche se è ancora confuso. Ieri nell’interrogatorio durato tre ore nel carcere di San Vittore, Riccardo Bianchi ha confermato di aver violentato Ilaria, la sua ragazza e sorella di Gianluca. Ha affermato di averla picchiata, torturata, osservata mentre agonizzava. Mentre il giorno dopo il rinvenimento dei cadaveri il ragazzo aveva dichiarato di essersi accorto che Ilaria era morta solo al suo risveglio, dopo che avevano passato la notte a dormire insieme. Una cosa comunque rimane in sospeso, ed è il movente. Perché Riccardo ha ucciso Ilaria e Gianluca? Che senso aveva passare insieme a Gianluca una serata a bere, se poi sapeva che l’avrebbe ucciso? E perchè uccidere Ilaria?

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.