Sevizia il marito fino alla morte per gelosia


Come un horror psicologico si è consumata la vita di un uomo di 61 anni, ad ucciderlo a causa delle lunghe ore di sevizie è stata sua moglie, una signora di 57 anni di origine tedesca. Il movente che ha scatenato la follia è stata la gelosia, un sentimento che la donna non è riuscita più  a trattenere dopo tanti sabato sera passati ad attendere il rientro a casa del marito.

Il dramma si è consumato in un appartamento di Livorno e l’agonia di Gabrio Gentilini è stata molto lenta. Tutto ha avuto inizio sabato sera quando la donna inizia a telefonare al marito che risponde al telefono ubriaco dicendo che è in compagnia di un’altra donna. Quando lui rientra a casa barcollando lei lo assale e inizia la sua tortura che durerà per ben venti ore. Con la sua follia lo colpisce con il porta rotoli di marmo, infierisce sui genitali e al basso ventre così tante volte che quando si deciderà a chiamare i soccorsi sarà ormai troppo tardi.

Infatti solo il pomeriggio successivo chiama il 118 e quando i soccorritori arrivano trovano l’uomo in stato di incoscienza. Trasportato d’urgenza in ospedale è stato operato, un intervento lungo perché aveva l’intestino perforato, danni all’apparato genitale e una peritonite in atto.

Gentilini è deceduto oggi nel reparto di rianimazione a seguito della perforazione rettale.

Fin dal primo momento la moglie ha raccontato cosa era accaduto e come aveva aggredito e ridotto in fin di vita suo marito spiegando anche i motivi di tanta follia. Sono stati i soccorritori ad avvertire i carabinieri, a loro la donna aveva già raccontato ogni cosa.

Il pubblico mistero, Antonella Tenerani, ha disposto il sequestro dell’appartamento della coppia.

 

Per ricevere le ultime news di Ultime Notizie Flash direttamente su Facebook Messenger clicca qui

Leggi altri articoli di News e Cronaca

1 commento per “Sevizia il marito fino alla morte per gelosia”

  1. maggio 14, 2012

    […] Sevizia il marito fino alla morte per gelosia | Ultime Notizie Flash. Share this:Like this:Mi piaceBe the first to like this post. Per TeleradioNews 0 […]

    Commenta l'articolo