Salerno choc, tragico suicidio: si impicca al Santuario

Una tragedia è avvenuta nella provincia di Salerno, presso una frazione di Camerota, Licusati. Il 49enne Vincenzo Cavaliere si è suicidato impiccandosi al Santuario. La comunità è sotto choc

E’ choc nella provincia di Salerno per il tragico suicidio di Vincenzo Cavaliere, 49 anni, che si è impiccato al Santuario dell’Annunziata che si trova nella parte alta di Licusati, una frazione di Camerota. Il suo corpo è stato ritrovato senza vita appeso ad una ringhiera della balconata del Santuario. Sul posto sono giunti i Carabinieri e il medico legale.

L’uomo si era allontanato di casa nella mattinata di ieri, alle 10.30 circa. Alcune persone hanno raccontato che Cavaliere era andato ad acquistare una corda presso il bazar del posto. Con la stessa è quindi poi andato al Santuario dell’Annunziata e si è suicidato, impiccandosi. A scorgere il corpo sono state due ragazze che si trovavano presso il Santuario, nel parco adiacente. A lanciare l’allarme sono stati i genitori delle due.

Vincenzo Cavaliere viveva con i genitori a Licusati, e non era sposato. Lavorava al piano terra dell’abitazione, nel negozio di famiglia, nel quale vengono venduti ricambi di moto e auto. Non aveva problemi economici seri che possano giustificare un simile gesto. Sta di fatto che il male di vivere ha preso il sopravvento, e questo 49enne della provincia di Salerno ha deciso di farla finita tragicamente, acquistando una corda in paese per poi impiccarsi al Santuario. Seguono aggiornamenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.