Elezioni Milano 2011, Moratti- Pisapia: chi vincerà?

Elezioni Milano 2011- Sono precisamente 993.652 i milanesi, aventi diritto di voto, chiamati alle urne per scegliere chi sarà il nuovo Sindaco di Milano. Sono circa 531 mila donne e 461 mila uomini. Il clima a Milano è abbastanza accesso: i due candidati Sindaco Moratti e Pisapia si sono scontrati più volte e c’è già qualcuno che pensa che la festa per lo scudetto del Milan, prevista per questa sera a Milano e pensata da Berlusconi, sia solo una trovata pubblicitaria per rompere il silenzio pre-elezioni. Intanto ieri sera, nell’ultima giornata di campagna elettorale, Giualiano Pidapia ha ospitato sul palco allestito a Milano Roberto Vecchioni, che ha cantato “Luci a San Siro“, modificando l’ultima strofa: “luci a San Siro le riaccenderemo noi“. Erano presenti circa 40mila persone per il  candidato sindaco del centrosinistra, che ha detto alla gente presente ieri che con una piazza così lui ha già vinto.

Riguardo alle dichiarazioni lasciate dalla Moratti, Pisapia le ha definite un autogol. Il Sindaco uscente, dal canto suo, ha risposto a Vecchioni ospitando sul suo palco Valerio Scanu e Ron. Guarda al popolo della Lega, e urla: “Viva Milano, viva la Lega e viva Bossi“,
La Moratti, accompagnata dal sottofondo musicale di Vincerò dice di non aver paura di un possibile ballottaggio e di non fare pronostici. Stesso pensierlo per Ignazio La Russa, il quale ha detto che la cosa più naturale è il ballottaggio, ed è pronto a scommettere sulla vittoria. Giulio Tremonti, dal palco, ha promesso “grandi novità per un’Expo che sarà stellare“.

Come votare a Milano?

La scheda, di colore azzurro, riporta i nomi e i cognomi dei candidati alla carica di sindaco, scritti in un apposito rettangolo, al cui fianco sono riportati i contrassegni della lista o delle liste con cui il candidato è collegato.

L’elettore può decidere votare:
per una delle liste, tracciando una X sul relativo contrassegno, con il voto così espresso che s’intende attribuito anche al candidato sindaco collegato;
per un candidato a sindaco, tracciando una X sul relativo rettangolo, non scegliendo alcuna lista collegata, con il voto così espresso che si intende attribuito solo al candidato alla carica di sindaco;
per un candidato a sindaco, tracciando una X sul relativo rettangolo, e per una delle liste collegate, tracciando un segno sul relativo contrassegno, con il voto così espresso che si intende attribuito sia al candidato alla carica di sindaco sia alla lista collegata;
per un candidato a sindaco, tracciando una X sul relativo rettangolo, e per una lista non collegata, tracciando un segno sul relativo contrassegno, con il voto così espresso che si intende attribuito sia al candidato alla carica di sindaco sia alla lista non collegata.

L’elettore, inoltre, può anche manifestare un solo voto di preferenza per un candidato alla carica di consigliere Comunale scrivendo il nominativo del candidato preferito appartenente alla lista prescelta.

One response to “Elezioni Milano 2011, Moratti- Pisapia: chi vincerà?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.