Pizzarotti, Beppe Grillo e il Movimento 5 stelle: qualcosa sta cambiando


Qualcosa sta cambiando davvero nella nostra Italia? La gente è davvero stufa dei vecchi uomini sempre al potere? Della politica che ha pensato solo a riempirsi le tasche negando il futuro ai giovani  italiani che sentono solo dirsi di essere noiosi e bamboccioni? Evidentemente si e se il Movimento 5 stelle di Beppe Grillo e dei suoi collaboratori ha riscosso così tanto successo qualcosa è davvero cambiata. Pizzarotti è il nuovo sindaco di Parma con oltre il 60% dei voti: è l’inizio di qualcosa di più grande? Questa è la speranza di Grillo che dopo aver conquistato i paesi, le città inizia la sua marci verso qualcosa di più importante, il Parlamento.

Una percentuale di gente avrà votato il Movimento 5 stelle per moda; un’altra lo avrà fatto scegliendo l’alternativa che reputava “la meno peggio”. E poi? Gli altri evidentemente lo avranno fatto perchè ci credono, perchè si rivedono in un bancario e non in un banchiere; perchè si rivedono in un sindaco come Pizzarotti che viene messo in difficoltà dai giornalisti che gli chiedono come farà con tutti quei debiti; domanda lecita certo ma perchè non andare a intervistare ol vecchio sindaco di Parma che tutti quei debiti li ha fatti? La politica è strana certo e tutti siamo curiosi di vedere all’opera i grillini che fino a questo momento hanno solo parlato, almeno secondo la nostra convinzione da esterni. Prima di giudicare non si dovrebbe aspettare dando il tempo, come si è fatto in passato, per iniziare a lavorare? Ma del resto se tutti i sindaci grillini saranno  come Pizzarotti per la tv si attendono tempi duri. Intervistato a La7, ma non solo, il neo sindaco di Parma dichiara: “Adesso quello che vogliamo è iniziare a lavorare per la città, per cui la televisione è solo d’intralcio…” Anche lui come Grillo inizierà a parlare solo tramite social network?


Leggi altri articoli di Attualità Italiana

Commenta l'articolo


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Riscontrata interferenza con Ad Blocker

Il tuo Ad Blocker sta interferendo con il corretto funzionamento di questo sito. Non abilitare Ad Blocker sulle pagine di questo sito oppure disabilitalo temporaneamente.

Ti ricordiamo che il lavoro dei redattori del sito viene pagato grazie alle pubblicità. Sul nostro sito puoi informarti in modo gratuito senza pagare abbonamenti ma devi disabilitare Ad Blocker per rispettare il nostro lavoro. Metti in pausa Ad Blocker per continuare la navigazione sul nostro sito e per continuare a leggere GRATIS le news. Disabilita le impostazioni e aggiorna la pagina.

Grazie per il supporto, buona lettura!

Close