Mistero a Orgosolo: tre scheletri trovati dentro una grotta

È mistero a Orgosolo (Sardegna). Tre scheletri sono stati trovati dentro una grotta. Dopo un nubifragio è venuto alla luce un anfratto prima sconosciuto. Al suo interno, sono state rinvenute delle ossa e un teschio contenente un foro di proiettile. Sono in corso le indagini da parte delle autorità e la prima pista porta a pensare che i tre scheletri appartengano a vittime di rapimento, latitanti o persone scomparse. Gli scheletri sono stati trovati dentro una grotta e sono venuti alla luce in seguito al nubifragio portato dal ciclone Cleopatra. Le identità, per ora, rimangono un mistero.  Del caso si sta occupando la Procura di Nuoro. I tre scheletri sono stati trovati la scorsa settimana dalla Guardia Forestale, durante un controllo di routine, all’interno di una grotta nel Supramonte, vicino al Rio Flumineddu.  Quanto scoperto a Orgosolo fa pensare persino a un cimitero di ostaggi deceduti. Si teme che infatti possano essere ben più di tre gli scheletri all’interno della grotta. Il mistero probabilmente verrà chiarito nelle prossime ore. Intanto, un medico legale sta cercando di identificare i corpi e di capire a quale epoca risalgano. Le indagini sono condotte dal sostituto procuratore Giorgio Bocciarelli. Uno dei teschi ritrovati presenta un foro di proiettile evidente. Stando a una prima ipotesi, si pensa che gli scheletri possano appartenere a tre persone defunti nel periodo dei continui sequestri di persona in Sardegna. Infatti, negli ultimi 50 anni sono ben 31 gli ostaggi che non sono più tornati a casa. Un vero e proprio mistero quello di Orgosolo. Tre scheletri sono stati trovati dentro una grotta e si sta cercando di capire di più su un episodio che potrebbe collegarsi a molti cold case. Probabilmente, nei prossimi giorni verranno chiariti gli ulteriori dettagli che emergeranno dopo le visite sui cadaveri e quelle più approfondite all’interno della cavità.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.