Marco e Gloria tra le vittime del rogo: non ci sono più speranze, adesso le famiglie chiedono silenzio


La lista delle persone disperse si è trasformata in lista delle vittime, purtroppo. Sono queste le drammatiche notizie che arrivano da Londra. E purtroppo Marco e Gloria, che erano a Londra per motivi di lavoro, erano in quella torre, erano in quell’inferno di cristallo che li ha intrappolati spegnendo per sempre il loro sorriso. Si era conosciuti all’università e dopo la laurea, non trovando lavoro in Italia, avevano deciso di partire alla volta di Londra dove entrambi avevano invece trovato un lavoro. E poi la maledetta notte del rogo, l’incendio, le telefonate ai genitori con gli ultimi attimi di speranza, credevano che i vigili del fuoco li potessero salvare ma purtroppo questa storia non ha avuto un lieto fine. Il miracolo non c’è stato. L’avvocato della famiglia di Gloria ci tiene adesso al rispetto, chiede a tutti i giornalisti e ai media italiani di avere rispetto per le famiglie dei due ragazzi e lo fa in collegamento con La vita in diretta; nel programma di Rai1 l’avvocato rilascia quella che dice essere la sua intervista televisiva. Chiede rispetto ma chiede anche di non dare notizie che non siano vere, di non speculare su quello che è accaduto. Conferma inoltre che la Farnesina ha avvisato la famiglia di Gloria e quella di Marco, non ci sono più speranze anche se al momento, i cadaveri dei due ragazzi non sono stati identificati.

Non dimentichiamo che la polizia inglese fa sapere che al momento non c’è ancora modo di raggiungere ancora alcuni luoghi della torre andata distrutta dalla fiamme.

E inoltre potrebbe non essere possibile identificare i cadaveri delle persone rimaste coinvolte in questo rogo. Al momento le vittime accertate sono 30. Come comunica però anche l’avvocato della famiglia di Gloria, i dispersi non sono più ritenuti tali, ma entrano nella lista delle vittime. Gloria e Marco purtroppo sono in questa lista. 

L’avvocato della famiglia di Gloria spiega che la ragazza ha deciso di lasciare l’Italia in cerca di lavoro perchè voleva aiutare i suoi cari che affrontavano già altri problemi.

“L’orgoglio di non voler pesare sulla famiglia, anche Gloria ha tentato la via della terra promessa. Hanno deciso di lasciare l’Italia, volevano solo un lavoro che rispettasse le loro competenze. I familiari sono distrutti dal dolore perchè come ho detto in precedenza, sanno che Gloria è andata via anche per gli altri problemi economici che c’erano. Qui in Italia i nostri giovani non sono valorizzati. Non perdiamo di vista il focus di questa vicenda. Lei a Londra ha trovato subito lavoro, retribuito in maniera adeguata, in Italia le avevano offerto solo 400 euro.”

Queste le parole dell’avvocato della famiglia di Gloria che racconta di come ora i genitori della ragazza debbano affrontare un lutto così complesso. 

Per ricevere le ultime news di Ultime Notizie Flash direttamente su Facebook Messenger clicca qui

Leggi altri articoli di Attualità Italiana

Commenta l'articolo