Nuovo appello di Papa Francesco: l’interesse per i migranti, le famiglie e Gerusalemme

il nuovo appello di papa francesco sui migranti

Nuovo appello di Papa Francesco sui migranti: “Sono persone, basta suscitarne paure”. E’ questo il messaggio di Bergoglio durante il discorso fatto ai membri del corpo diplomatico nella Santa Sede. Stando alle ultime notizie, il Papa è tornato a parlare delle migrazioni e della questione israelo-palestinese. In particolare, Bergoglio ha invitato tutti ad arrivare ad impegno comune, per rispettare lo status quo di Gerusalemme, la sede delle religioni.

PAPA FRANCESCO NUOVO APPELLO ULTIME NOTIZIE: BERGOGLIO INVITA A PENSARE SUL TEMA DELLA MIGRAZIONE E SU QUELLO DEGLI SCONTRI TRA ISRAELIANI E PALESTINESI

Papa Francesco ha inviato un appello a favore di tutti i migranti. Presso la Santa Sede, Bergoglio ha fatto un discorso ai membri del corpo diplomatico, ricevuti per gli auguri del nuovo anno in Vaticano. Il pontefice ricorda che le migrazioni sono sempre esistite e che “la storia della salvezza è essenzialmente storia di migrazioni”. In particolare, il Papa sottolinea che coloro che lasciano il proprio Paese, per trovare la pace, sono comunque persone. La migrazione è sicuramente uno dei diritti fondamentali dell’uomo, sostiene il pontefice. Bergoglio ha voluto rivolgere un pensiero particolare anche agli Israeliani e ai Palestinesi, soprattutto dopo tutte le tensioni che si sono create negli ultimi tempi. Il pontefice si riferisce, scendendo nel dettaglio, alla decisione presa da Donald Trump, Presidente degli Stati Uniti, di riconoscere Gerusalemme come capitale di Israele. Il Papa esprime tutto il suo dolore per coloro che hanno perso la vita in questi ultimi scontri. Dopo di che invita tutti a “ponderare ogni iniziativa affinché si eviti di esacerbare le contrapposizioni”. Questi scontri rendono sicuramente urgente una soluzione politica.

PAPA FRANCESCO E LA SUA RICHIESTA PER FAMIGLIE PIU’ UNITE IN OCCIDENTE

Ma non solo: Papa Francesco parla anche dell’importanza della famiglia. Secondo Bergoglio, ora le persone preferiscono dei legami fugaci. In realtà, non è giusto mantenere dei “rapporti fragili e volubili”. Invece, della casa costruita sulla sabbia, sarebbe meglio “la roccia, sulla quale ancorare fondamenta solide”. La roccia dovrebbe rappresentare la “comunione di amore, fedele e indissolubile”. A questo punto, Bergoglio fa un appello alla classe dirigente, a cui chiede di intraprendere delle politiche che possano sostenere le famiglie, da cui dipende lo sviluppo di qualsiasi Stato. Senza la presenza di famiglie consolidate, non si possono “costruire società in grado di affrontare le sfide del futuro”. Termina così il discorso fatto da Papa Francesco presso la Santa Sede.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.