Distribuite le retine anti-usa e getta per frutta e verdura

retine usa e getta frutta e verdura nei supermercati

Arrivano le retine anti-usa e getta per frutta e verdura sfuse, alla vigilia della Giornata mondiale dell’ambiente. Tale iniziativa è stata promossa da Legambiente e EcorNaturaSì, attraverso la quale verranno distribuite 100mila sportine in 500 negozi. Sappiamo, attraverso le ultime notizie, che sono di poliestere resistente, traspiranti e lavabili. Il dettaglio che piacerà ai consumatori è che si potranno riutilizzare migliaia di volte. E’ questa la grande novità di questi sacchetti che possono essere utilizzati più e più volte.  Dunque, possiamo dire che la campagna contro la plastica usa e getta fa un nuovo importante passo! Una bella notizia visto che si cerca in tutti i modi di cercare di combattere l’utilizzo della plastica ma con un occhio attento anche al portafogli. 

ARRIVANO IN ITALIA LE RETINE USA E GETTA PER FRUTTA E VERDURA: UN NUOVO PASSO AVANTI PER LA CAMPAGNA CONTRO LA PLASTICA USA E GETTA

In ben 500 negozi sono state distribuite le retine anti usa e getta per frutta e verdura sfuse. Da oggi, per l’ortofrutta, sono disponibili i sacchetti riutilizzabili, che pesano 8 grammi. In questo modo, non ci saranno più problemi con le bilance delle casse, le quali sono già tarate su questo standard. Arriva una nuova alternativa, dunque, in corrispondenza della vigilia della Giornata dell’ambiente. Sappiamo bene che i sacchetti stanno devastando gli oceani, creando una strage di tartarughe marine e cetacei. In Thailandia è stata trovata una balena uccisa dalla plastica, dopo aver ingerito ben 80 buste. Questa importante iniziativa è stata presentata oggi da Legambiente e EcorNaturasì, i due promotori. Le retine usa e getta per frutta e verdura si chiudono con un cordino verde e costano 1,85 euro. Il presidente di Legambiente, Stefano Ciafani, ha dichiarato che si tratta di una delle iniziative coraggiose di questi ultimi cinque anni, durante i quali ” i classici shopper in Italia si sono ridotti del 55%”. I due promotori hanno scelto di dare la possibilità al consumatore di avere due opzioni, ovvero una sporta da riusare a lungo e i sacchetti compostabili per coloro che decidono di andare al supermercato all’ultimo minuto.

Lo scopo è quello di raggiungere due obbiettivi: eliminare la plastica usa e getta e ridurre il numero dei sacchetti monouso. Si tratta sicuramente di una mossa molto importante per l’Italia. Infatti, sappiamo che siamo stati i primi a eliminare le buste usa e getta di plastica tradizionale. Inizialmente l’Unione europea non aveva approvato questa scelta, ma poi ha fatto un passo indietro. Il nostro Paese sta assumendo una posizione di guida in questo settore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.