Le Iene, Alessandro da gay ad eterosessuale grazie a Gesù: il racconto stupisce tutti (VIDEO)


le iene

Nella serata di ieri, 11 novembre 2018, a Le Iene è andato in onda un servizio che racconta di Alessandro. Il ragazzo racconta di essere passato da essere gay all’eterosessualità grazie a Gesù. Il suo racconto è molto forte e raccoglie numerose critiche, come si può vedere nel video. Come se l’omosessualità fosse una malattia da cui guarire, e non uno stato di fatto, le parole di Alessandro non hanno potuto che scatenare l’ira di altre persone omosessuali.

A LE IENE LA STORIA DI ALESSANDRO, “GUARITO” DALL’OMOSESSUALITA’ GRAZIE A GESU’

Si può tornare ad essere eterosessuale? Secondo quanto si vede nel servizio de Le Iene, il giovane racconta la storia della sua vita. Dice di non aver avuto un padre e di essere cresciuto solamente con figure femminili. Questo avrebbe portato il diavolo ad insinuarsi nella vita di Alessandro ingannandolo e facendogli credere di dover cercare suo padre negli altri uomini. Dunque il ragazzo dice di aver da sempre giocato con le bambole, di aver guardato cartoni femminili e di avere un muro davanti a sé, messo dal diavolo, che non gli faceva vedere la verità. Dunque il giovane a 17 anni si era dichiarato anche con i suoi amici, inconsapevole del fatto che fosse un’identità falsa che gli aveva dato il “nemico“.


Il ragazzo, sentendo la madre pregare, decise di affidarsi a Dio e sostiene che proprio Gesù gli avrebbe ridato la sua identità facendolo tornare eterosessuale. Ma non finisce qui, perché nel video, che ha fatto il giro del web, Alessandro dice alle persone: “Voi non siete così, non è natura, è il diavolo che si aggrappa al vostro dolore“. Insomma, l’omosessualità non sarebbe altro che opera del diavolo. Parole incredibili, pronunciate da Alessandro in un evento della PDG, la Parola della Grazia. Si tratta della Chiesa Evangelica più grande di Italia. I pastori tengono i loro discorsi diventando quasi delle star.

Gaston Zama de Le Iene parla con il Pastore della Chiesa Evangelica. Sostiene che loro non sostengono che l’omosessualità sia una malattia e che il percorso di Alessandro sia del tutto personale. Per loro non ci sono problemi ad avere nella loro Chiesa persone gay. Nonostante questo però il pastore sostiene che le persone non nascano come omosessuali, ma lo diventino con una scelta. Emerge che per loro la potenza di Dio può addirittura guarire dalle malattie.

Ma cosa ne pensa Alessandro? Il ragazzo, intervistato, chiede scusa pubblicamente a chi si è sentito offeso dalle sue parole. Continua a dire che è convinto di quello che ha detto, in quanto è ciò che dice la Bibbia. Racconta di essere “guarito” ma non dall’omosessualità ma dalle “ferite della sua infanzia”. Dice quindi che l’omosessualità non è una malattia. Sostiene di non aver provato da subito attrazione fisica verso gli uomini, ma di cercare in loro la figura maschile che gli era mancata nella famiglia. In 7 mesi, grazie al suo cammino spirituale, passa dalla solitudine alla serenità e di stare meglio.

Per vedere il video del servizio de Le Iene sul ragazzo passato dall’omosessualità all’eterosessualità, clicca qui.


Leggi altri articoli di Attualità Italiana

Commenta l'articolo


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

  • Ultime Notizie Flash

    Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicitá. Non puó pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 2001.

    © Ultime Notizie Flash

  • Chi siamo

    Ultime Notizie Flash by Purple di Filomena Procopio

    Via Della Libertà, 106 - Montesano Salentino (Lecce)

    P.I.: 03370960795 - Iscrizione REA: 307423

Riscontrata interferenza con Ad Blocker

Il tuo Ad Blocker sta interferendo con il corretto funzionamento di questo sito. Non abilitare Ad Blocker sulle pagine di questo sito oppure disabilitalo temporaneamente.

Ti ricordiamo che il lavoro dei redattori del sito viene pagato grazie alle pubblicità. Sul nostro sito puoi informarti in modo gratuito senza pagare abbonamenti ma devi disabilitare Ad Blocker per rispettare il nostro lavoro. Metti in pausa Ad Blocker per continuare la navigazione sul nostro sito e per continuare a leggere GRATIS le news. Disabilita le impostazioni e aggiorna la pagina.

Grazie per il supporto, buona lettura!

Close