Mantova, padre brucia la casa della moglie: è morto il figlio di 11 anni


Mantova, padre brucia la casa della moglie: è morto il figlio di 11 anni

A Sabbioneta, in provincia di Mantova, un padre ha bruciato la casa della moglie. Vittima del folle gesto è il figlio di 11 anni, tragicamente morto a causa del rogo. A commettere il folle gesto è stato Gianfranco Zani, 52 anni, di professione artigiano. La moglie voleva lasciarlo e lui, per fargliela pagare, ha incendiato l’appartamento di famiglia. Qui vivevano la moglie e i tre figli, tra cui il ragazzino di soli 11 anni tragicamente morto. L’ira è stata scatenata dal provvedimento del gip di Mantova arrivato qualche giorno fa all’uomo, in cui si vietava il suo avvicinamento alla casa.

BAMBINO DI 11 ANNI MORTO: IL PADRE BRUCIA LA CASA IN CUI VIVEVANO LA MOGLIE E I TRE FIGLI

Si tratta dell’ennesima tragedia familiare scaturita da problematiche che riguardavano la coppia. I due avevano discussioni da tempo, anche molto violente. A seguito dell’ennesima lite, il giudice aveva proibito all’uomo di avvicinarsi alla casa. La donna in un primo momento era stata portata in una casa famiglia per essere tutelata dalle violenze fisiche impartite dall’uomo. Dunque era poi tornata a casa a Sabbioneta, in provincia di Mantova. Qui vivevano anche i suoi 3 figli.

Al momento dell’incendio la donna era uscita di casa per portare il figlio 17enne all’oratorio.

Dunque in casa si trovavano i figli di 11 e 4 anni. Il primo era in camera da letto e stava facendo il riposino pomeridiano.

Il marito della donna era probabilmente appostato fuori casa. Vedendola allontanarsi aveva deciso di entrare in casa bruciando alcune cose che si trovavano al piano superiore. Non si sa se Zani sapesse che i due figli erano in casa.

La donna, originaria dell’Est Europa, poco prima delle ore 17 stava tornando a casa quando ha visto il marito in un furgone provenire dalla loro casa. L’uomo l’ha speronata con il mezzo ed è fuggito. Dunque è andata di corda in casa e ha visto del fumo che fuoriusciva dalla villetta. E’ riuscita ad entrare in casa salvando il bimbo piccolo, di soli 4 anni. Purtroppo però non è riuscita a raggiungere la camera in cui si trovava il ragazzino, di soli 11 anni, posta al piano superiore. Proprio lì è divampato l’incendio. I soccorsi sono giunti sul posto e hanno cercato di salvare il ragazzino. Purtroppo le sue condizioni, fin dai primi istanti, sono apparse davvero gravi. E’ stato trasportato presso l’ospedale Oglio Po di Casalmaggiore, dove purtroppo è morto poco dopo.

La polstrada, intanto, è riuscita a fermare il padre. Le accuse contro il 52enne sono di omicidio aggravato dal fatto di essere stato commesso nei confronti di discente e di incendio.

Leggi altri articoli di Attualità Italiana

Commenta l'articolo


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

  • Ultime Notizie Flash

    Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicitá. Non puó pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 2001.

  • Chi siamo

    Ultime Notizie Flash by Purple di Filomena Procopio

    Via Della Libertà, 106 - Montesano Salentino (Lecce)

    P.I.:03370960795 - iscrizione REA: 307423

Riscontrata interferenza con Ad Blocker

Il tuo Ad Blocker sta interferendo con il corretto funzionamento di questo sito. Non abilitare Ad Blocker sulle pagine di questo sito oppure disabilitalo temporaneamente.

Ti ricordiamo che il lavoro dei redattori del sito viene pagato grazie alle pubblicità. Sul nostro sito puoi informarti in modo gratuito senza pagare abbonamenti ma devi disabilitare Ad Blocker per rispettare il nostro lavoro. Metti in pausa Ad Blocker per continuare la navigazione sul nostro sito e per continuare a leggere GRATIS le news. Disabilita le impostazioni e aggiorna la pagina.

Grazie per il supporto, buona lettura!

 

Close