29 marzo nuovi colori regioni: nel Lazio ipotesi scuole aperte, i cambiamenti

Sarà una Pasqua in rosso per tutta l’Italia, diversa però da quella dello scorso anno. Le restrizioni infatti non sono stringenti come quelle del 2020 ma si dovrà comunque restare a casa il più possibile , anche per evitare i focolai familiari che sono ormai la prima causa di aumento dei contagi. Dal 29 marzo 2021 però cambiano nuovamente i colori delle regioni e, alcune, anche solo per pochi giorni, potrebbero tornare in zona arancione, dove ci sono alcune concessioni, come ad esempio la possibilità di muoversi tra comuni, con tutte le eccezioni del caso.

Ricapitolando: il 3, il 4 e il 5 aprile tutta Italia sarà in zona rossa. Ma dal 29 marzo, anche solo per qualche giorno, ci sarà modo di variare con i colori. Domani saranno date tutte le comunicazioni del caso, per i cambiamenti che poi saranno i vigore dal 29 marzo al 2 aprile 2021.

Per il momento una delle regioni che sembra vedere la luce in fondo al tunnel anche grazie all’ottima campagna vaccinale che si sta facendo è il Lazio, dove tra l’altro, molto presto, riapriranno alcune scuole.

Le regioni che dovrebbero restare in zona rossa anche dopo Pasqua

Otto regioni dovrebbero restare in zona rossa fino a lunedì 12 aprile: Friuli Venezia Giulia, Emilia-Romagna, Piemonte, Provincia autonoma di Trento, Marche, Lombardia e Puglia. In bilico il Veneto.

Tre regioni potrebbero passare in zona rossa dal 29 marzo

 ToscanaValle d’Aosta Calabria – attualmente in fascia arancione – rischiano di passare in quella rossa già a partire dal 29 marzo.

Il Lazio da zona rossa a zona arancione?

Come detto in precedenza, il Lazio potrebbe passare in zona arancione nella settimana prima di Pasqua.  Le parole di Zingaretti fanno ben sperare: «Da lunedì nel Lazio, se zona arancione, ripartono le scuole in presenza: asili, elementari e medie». Mentre dopo Pasqua «potranno riaprire le superiori, garantendo agli studenti di fare il tampone rapido gratuito e senza certificato medico in tutti i drive in della regione».

La sola regione che potrebbe passare dalla rossa all’arancione insieme al Lazio è il Veneto ma la situazione è al momento in bilico.

Le altre regioni dovrebbero invece restare nella zona arancione almeno per questa settimana. Ricordiamo che le comunicazioni ufficiali arriveranno nel pomeriggio del 26 marzo dopo la riunione del CTS e il monitoraggio dei dati regionali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.