La Grecia sceglie i conservatori: Euro salvo


C’era davvero tantissima attesa per le elezioni in Grecia: da ieri tutta l’Europa tira un sospiro di sollievo grazie alla scelta fatta dagli elettori greci. A vincere è il partito conservatore ma anche l’Euro: la paura che la vittoria potesse andare al partito antieuropeo passa e porta via anche il timore del resto del continente. I risultati delle elezioni in Grecia ci dicono che Nea Dimokratia è il primo partito del Paese, grazie a un numero di preferenze che superano il 30%; alla sinistra radicale va il 26% mentre per i socialisti del Pasok le preferenze si fermano al 12%. Ecco le parole dei vincitori.

Elezioni in Grecia: vincono i conservatori e vince l’Euro

“Oggi i greci hanno scelto di restare legati all’Europa. Questa e’ una vittoria per tutta l’Europa” sono queste le prime dichiarazioni di Samaras il leader del partito conservatore greco. Continua: “Chiedo a tutti i partiti che hanno lo stesso obiettivo, tenere la Grecia in Europa, di unirsi per formare un governo solido”. Non si può fare a meno di parlare della crisi che affligge lo stato: “Siamo pronti a rispettare tutti gli impegni presi” queste le parole di Samaras subito dopo le elezioni di ieri.

Questi i risultati nel dettaglio:

– Nuova democrazia (conservatori): 29,66% pari a 129 seggi;
– Syriza (sinistra radicale): 26,89%, pari a 71 seggi;
– Pasok (socialisti): 12,28% pari a 33 seggi;
– Greci Indipendenti (destra nazionalista): 7,51%, pari a 20 seggi;
– Alba dorata (neonazisti): 6,92%, pari a 18 seggi;
– Sinistra democratica (Dimar): 6,25%, pari a 17 seggi;
– KKE (comunisti): 4,5%, pari a 12 seggi.

Buona la risposta delle Borse che reagiscono bene alla notizia dalla Grecia. Vedremo come chiuderà la giornata.

Per ricevere le ultime news di Ultime Notizie Flash direttamente su Facebook Messenger clicca qui

Leggi altri articoli di Dal Mondo

Commenta l'articolo