Polizza casa: che cosa copre e come funziona


Una polizza assicurativa sulla casa può offrire una copertura più o meno ampia a seconda del tipo di soluzione per cui si decide di optare. Nel caso di danni a terzi, per esempio, vengono coperti i danni subiti in modo involontario da terze persone: sono inclusi non solo i membri della famiglia, ma anche i lavoratori che prestano servizio all’interno dell’abitazione e perfino gli animali domestici.

Il sito ConvieneOnline.it offre tutte le informazioni utili in proposito, e permette anche di richiedere un preventivo in linea con le proprie esigenze.

La polizza contro i sinistri

L’assicurazione contro i sinistri serve a mettere l’abitazione al riparo da incidenti. Qualora si dovesse verificare un evento indesiderato, il proprietario verrebbe risarcito dalla compagnia assicurativa a seconda del massimale indicato, che rappresenta l’importo massimo per il quale l’abitazione è stata assicurata.

Nell’eventualità in cui il danno dovesse rivelarsi più elevato di tale cifra, non spetterebbe alcun rimborso per la differenza. Come è facile intuire, la rata della polizza annua è tanto più alta quanto più è elevato il massimale. Vale la pena di prendere in considerazione, prima della sottoscrizione di una polizza, non solo il massimale ma anche la franchigia, che corrisponde alla cifra minima al di sotto della quale non è prevista la liquidazione del danno.

Le altre coperture

Nel novero delle altre coperture che possono essere garantite da una polizza casa c’è quella contro gli infortuni domestici, che è relativa alle persone: si tratta di un’assicurazione che viene stipulata in relazione a possibili infortuni che si dovessero verificare nei locali interni della casa o nelle sue pertinenze esterne e che causano una invalidità permanente. La copertura contro gli eventi calamitosi, invece, copre i danni che possono essere provocati dai temporali o da altri agenti atmosferici.

Incendi, catastrofi naturali, furti e rapine

Con la polizza incendi l’abitazione viene messa al riparo da incendi che possono essere causati da un corto circuito o dalle fiamme provenienti da un camino. Va ricordata anche la polizza catastrofi naturali, per mezzo della quale si mette al sicuro la casa dai danni consistenti o addirittura dalla distruzione completa a cui potrebbe andare incontro in seguito a un’alluvione o a un terremoto.

Infine, ecco la polizza furti e rapine, con la quale vengono protetti i beni che eventualmente possono essere sottratti in occasione di un furto. A volte le compagnie assicurative prevedono delle clausole apposite per gli oggetti preziosi.

La casa in affitto

Anche quando non si vive in una casa di proprietà ma in un’abitazione in affitto è possibile sottoscrivere una polizza specifica: si tratta di un’assicurazione che copre sia i danni alla casa che quelli a terze persone, e che fa riferimento a una copertura base per scoppi e incendi (eventualmente la si può estendere a seconda delle necessità).

Il condominio

Per quel che riguarda i condomini, esiste un’assicurazione ad hoc: si tratta della polizza globale fabbricati e riguarda il condominio nella sua interezza. Grazie ad essa lo stabile può essere messo al sicuro rispetto ai danni causati da terzi, da esplosioni, da fulmini, da scoppi o da incendi: ovviamente anche in questo caso è possibile prevedere un’estensione ad altre coperture qualora lo si ritenga necessario.

LEGGI ANCHE – Nuove regole per il condominio, ecco quali sono

Sono previsti degli sconti qualora il condominio sia stato costruito negli ultimi dieci anni. La firma del contratto spetta all’amministratore di condominio, ma egli può agire unicamente se l’assemblea si è espresso con voto favorevole proveniente dalla maggioranza dei presenti, a condizione che sia rappresentata non meno della metà del valore complessivo dello stabile.

Leggi altri articoli di Economia

Commenta l'articolo


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Riscontrata interferenza con Ad Blocker

Il tuo Ad Blocker sta interferendo con il corretto funzionamento di questo sito. Non abilitare Ad Blocker sulle pagine di questo sito oppure disabilitalo temporaneamente.

Ti ricordiamo che il lavoro dei redattori del sito viene pagato grazie alle pubblicità. Sul nostro sito puoi informarti in modo gratuito senza pagare abbonamenti ma devi disabilitare Ad Blocker per rispettare il nostro lavoro. Metti in pausa Ad Blocker per continuare la navigazione sul nostro sito e per continuare a leggere GRATIS le news. Disabilita le impostazioni e aggiorna la pagina.

Grazie per il supporto, buona lettura!

Close