Milan sempre più capolista, l’Inter è ancora k.o.

Negli anticipi giocati ieri sera, Inter e Milan si sono destreggiati rispettivamente contro Parma e Sampdoria, ma i risultati sono decisamente diversi. Continua la crisi dei nerazzurri, che, dopo la doppia sconfitta subita contro lo Schalke 04, in Champions League, cadono anche a Parma. Sull’altra sponda, sponda Milan, la situazione è completamente opposta: mentre l’Inter con la sconfitta dice addio al sogno della rimonta per lo scudetto, il Milan, con la vittoria di ieri, mette un altro tassello per consolidare il primato.

Parma-Inter 2-0(Giovinco 36′, Amauri 86′)

Continua il periodo nero dell’Inter, che dopo un periodo in cui sembrava essere in forma smagliante, recuperando anche tutto il distacco che lo separava dal Milan, dopo la sconfitta nel derby ha vinto una sola partita, ossia quella contro il Chievo. La partita non è entusiasmante, soprattutto nei primi 20 minuti. I primi lampi vengono dai nerazzurri: Stankovic, su punizione, calcia di collo esterno da 25 metri, ma trova l’incrocio dei pali, andando vicinissimo al gol. L’Inter crea, con Mirante che salva ancora su Stankovic, ma è il Parma a portarsi in vantaggio, 36′, con Giovinco: su cross di Zaccardo, riceve palla Modesto che la mette dietro, la Formica atomica prende il tempo alla difesa nerazzurra e la mette dentro con il sinistro.

Finisce il primo tempo e Leonardo capisce che deve fare qualcosa, rimediando ai suoi errori tra l’altro, mette dentro Snejider al posto di Chivu. L’Inter attacca, si fa in quattro per portare a casa almeno un punto, ma è il Parma a raddoppiare con Amauri che approfitta di una deviazione di Ranocchia sul tiro precedente si Bojinov. Il Parma ottiene un risultato importante in chiave salvezza, facendo un favore al Milan, che ha ricambiando battendo la Sampdoria.

Milan-Sampdoria 3-0(Seedorf 20′, Cassano 54′ rig., Robinho 61′)

Altri 3 punti per il Milan che, pur dovendo attendere il risultato del Napoli impegnato nel posticipo contro l’Udinese, vede lo scudetto sempre più vicino. Parte subito bene il Milan, con il Parma che tiene bene in difesa. La partita aspetta il 20′ per sbloccarsi, con Seedorf che calcia una punizione tagliata sul secondo palo, Curci non ci arriva ed è 1-0 per i rossoneri. Il primo tempo si chiude così. Il secondo tempo parte con la squadra di Allegri sempre in attacco, al 54′ c’è il raddoppio con Cassano su calcio di rigore concesso per un fallo di mano di Volta. Fantantonio non sbaglia e non poteva mancare la dedica al piccolo Chritopher nato in settimana. Il Milan può dare sfoggio della propria classe e concedersi anche il terzo gol con Robinho che la mette dentro di testa su assist del solito Cassano. La partita, però, regala ad Allegri anche due note dolenti: l’infortunio di Abbiati, ma soprattutto l’infortunio di Pato, che al 42′ è costretto ad uscire. Il brasiliano si ferma dopo uno scatto toccandosi il flessore destro. Con la squalifica di Ibraimovic, quella di Pato è una tegola pesante per il Milan.

One response to “Milan sempre più capolista, l’Inter è ancora k.o.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.