Champions, Barcellona batte Real Madrid nella polemica

Champions League semifinale di andata Real Madrid- Barcellona

La partita più attesa, quella che tutti definivano come una vera e propria finale anticipata, la sfida tra quelle che in questo momento possono essere considerate le due squadre più forti al mondo, Manchester United permettendo: questa è Real Madrid-Barcellona. Prima di passare al racconto della partita, la sfida è stata sicuramente al di sotto delle aspettative a livello di gioco, soprattutto nel primo tempo, mentre a livello agonistico si è visto più del dovuto: una rissa a fine primo tempo, molto nervosismo in campo, da entrambe le parti, ma soprattutto un atteggiamento poco sportivo da parte dei giocatori del Barcellona, che per tutti i 90 minuti hanno continuato ad buttarsi a terra e a fingere chi sa quale dolore atroce, nonostante siano abbastanza forti da poter evitare atteggiamenti di questo tipo.

Per la sfida al Santiago Bernabeu, Mourinho deve fare a meno di Carvalho, e in difesa si affida a Raul Albion, che fa coppia al centro con Segio Ramos, mentre sulla destra c’è Arbeloa, Pepe è invece confermato a centrocampo, con l’inserimento di Diarra al posto di Kedira; il tridente offensivo è Di Maria-Ronaldo-Ozil. Anche Guardiola è costretto a ridisegnare la difesa, costretto, infatti, a spostare Puyol sulla sinistra e Mascherano centrale con Piquè; a centrocampo c’è Keita al posto di un Iniesta acciaccato.

La prima frazione di gioco non è entusiasmante, con il Real, che gioca con il gioco che ha, ormai, imposto Josè Mourinho, una tattica molto attendista, il Barça tiene palla, come al solito, ma non punge. Al 10′ David Villa si fa vedere dalle parti di Casillas, dopo essersi bevuto Albiol e Pepe, la conclusione dalla distanza esce non di molto. Il primo tempo va avanti con i giocatori del Barcellona che passano più tempo a terra che a giocare: con un atteggiamento fastidioso e scorretto. Tale comportamento irrita e non poco i giocatori del Real, il tutto è sfociato in una rissa alla fine del primo tempo, all’entrata del tunnel, che ha visto anche l’espulsione d Pinto. Un episodio che non fa onore alle due squadre, sicuramente. All’inizio del secondo tempo, un cambio abbastanza inspiegabile di Mourinho, che toglie un Ozil irriconoscibile per mettere dentro Adebayor. La partita continua sulla falsa riga del primo tempo. Il Barcellona tiene palla, ma è un possesso palla abbastanza sterile. Al 53′ e al 61′ due episodi che condizioneranno sia la partita che la qualificazione: prima viene ammonito Segio Ramos, che, diffidato, salterà la partita al Camp Nou, poi viene espulso inspiegabilmente Pepe, per un fallo che sembra più brutto di quanto non lo sia in realtà. I giocatori del real e Mourinho sono furibondi: l’allenatore dei blancos viene espulso, anche lui inspiegabilmente, per aver applaudito ironicamente. Il Real per la quarta volta quest’anno finisce il clasico in inferiorità numerica. Diventa sicuramente più semplice per il Barcellona, che alla fine, nonostante l’uomo in più, deve affidarsi al solito Messi che al 77′ che su assist di Afellay, anticipa Sergio Ramos e la mette dentro. Ancora la Pulce, all’87’, si beve tutta la difesa del Real e mette a segno il raddoppio.

Si chiude così una partita sicuramente deludente, se si pensa alle aspettative che c’erano. Con il risultato di stasera, il Barcellona vede la finale di Wembley molto più vicina, ma con Mourinho non si può mai sapere cosa succederà. Sicuramente tutti gli appassionati di calcio sperano che il Camp Nou ci regalerà un partita migliore di quella vista ieri sera.

3 responses to “Champions, Barcellona batte Real Madrid nella polemica

  1. Mi scusi, ma dal commento della partita Real Madrid Barcellona nasce spontanea una domanda. Che partita ha visto?No,perchè essere così di parte, cioè schierati a favore del Real Madrid, è faziosità allo stato puro. Meglio non farli i commenti delle partite allora..

  2. Accetto la sua opinione, è sicuramento libero di esprimerla. Le dico però di aver visto una squadra superiore a livello di gioco, ma questo lo si sapeva già. Questa superiorità è dovuta ad uno stile di gioco che appartiene al Barcellona e di cui il Barcellona ne è la migliore espressione. Il Real Madrid ha giocato male, troppo attendista, ma l’Inter di Mourinho ha vinto così l’anno scorso, perchè quella è l’impostazione che il tecnico ha dato alla squadra. Si può preferire uno stile più di un altro. In ogni caso, visto che la partita è stata bruttissima, mi era parso giusto sottolineare un atteggiamento che è ormai tipico del Barcellona. Sono la squadra più forte del mondo e non hanno bisogno di comportarsi così. Buttarsi a terra e fingere di essere stati colpiti è vergognoso, non è sportivo.
    In ogni caso la ringrazio per l’appunto, cercherò di pensarci la prossima volta, anche se per faziosità intende che per una volta non si sottolinea solo il modo di giocare del Barcellona, ma anche un atteggiamento poco sportivo, mi scusi ma non sarei molto daccordo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.