Champions, il Manchester United raggiunge il Barça in finale

Champions League-Nessuna sorpresa: come da pronostico il Manchester United si qualifica per la finale di Wembley, dove affronterà il Barcellona, per il remake della finale giocata a Roma nel 2009. Lo United non solo raggiunge la finale, ma lo fa anche in grande stile, mettendo lo Schalke k.o. con un netto 4-1, con i tedeschi che hanno assistito inermi al monologo dei red evils. I padroni di casa si affidano in gran parte alle “riserve”, con Ferguson che decide di preservare i suoi senatori per la sfida importantissima in campionato, che li vedrà opposti al Chelsea per giocarsi il campionato. Il tecnico scozzese allora manda in campo un undici abbastanza rivoluzionato con Van Der Saar in porta, Rafael, Evans, Smalling e O’Shea in difesa, il centrocampo è affidato a Scholes, Gibson, Anderson, con Valecia e Nani sulle fasce; in attacco c’è Berbatov. Lo Schalke presenta una formazione abbastanta fedele a quella dell’andata, anche se Rangnick lascia Edu in panchina, mettendo dentro il 17enne Draxler, con Escudero al posto di Sarpei.

Il primo tempo prosegui a ritmi blandi, con il Manchester che controlla la gara  e lo Schalke che non riesce a dare una scossa alla partita. Al 26′, però, il match si scalda, ma a favore dello United, che si porta in vantaggio grazie a d Antonio Valencia, che riceve da Gibson, si beve Escudero e sulla sua conclusione Neuer non può nulla. Qualche minuto dopo i red evils raddoppiano con una conclusione di Gibson dal limite dell’area, con il portierone tedesco che commette un errore abbastanza grossolano. Quattro imnuti dopo, al 35′, lo Schalke riduce le distanze: Smalling prova ad uscire palla al piede dall’area di rigore, perde il possesso, i tedeschi la mettono dentro, con Jurado che insacca di destro.

Nel secondo tempo lo United prova ad incrementare il vantaggio, ma Neuer si oppone in più di un’occasione, ma al 72′ Anderson riesce a battere il portiere dello Schalke. Il brasiliano sigla, 4 minuti dopo, la doppietta personale e chiude, se mai ce ne fosse bisogno, la pratica qualificazione. Il Manchester vola a Londra per una finale straordinaria contro il Barcellona, un finale in cui non sono di certo favoriti, ma i blaugrana sono avvisati: i red evils sono più che pronti ad affrontare la battaglia!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.