Coppa Italia 2011: Inter-Roma le pagelle, neroazzurri in finale

Coppa Italia 2011: l’Inter vola in finale. Vediamo le pagelle di Inter- Roma

Il 29 maggio allo stadio Olimpico di Roma sarà l’Inter che affronterà il Palermo nella finale della coppa nazionale quest’anno dedicata ai 150 dell’Unità d’Italia. Ieri sera i neroazzurri hanno pareggiato con i giallorossi per 1-1. Queste le pagelle delle due squadre:

INTER

Julio Cesar 6 Non può nulla sul colpo di testa di Borriello, si disimpegna con la consueta disivoltura ogni volta che è chiamato in causa

Maicon 6 Riceve un ammonizione che gli costerà la finale

Nagatomo 6.5 In costante e continua crescita

Lucio 7 Un gigante nel reparto arretrato

Chivu 6 Si aiuta con mestiere nel controllare Borriello

Cambiasso 6.5 Si eregge a barriera protettiva tra i due reparti, recupera la solita quantità industriale di palloni

J. Zanetti 6.5 E’ la sera delle 1000 da professionista, cambia passo in un paio di occasioni dimostrando una condizione fisica ai limiti dell’umano

Mariga 6 Recupera molti palloni ma sbaglia in più occasioni nella fase di appoggio

Kharja 5.5 A corrente alternata (75’Thiago Motta sv)

Eto’o 7  Quando punta l’avversario è devastante, spacca il match con la rete del vantaggio

Pazzini 5.5 Una sola occasione, costruita con molta astuzia, per il resto poco servito (67’Milito 6 Entra bene in partita dimostrando di avere una condizione accettabile, utile per il finale di stagione)

Leonardo 6.5 E’ la sua prima finale dipinta di neroazzurro, la conferma di Moratti gli garantirà maggior consapevolezza dei propri mezzi

ROMA Doni 6.5 Un miracolo su Pazzini e una chiusura decisiva su Milito

Cassetti 6.5 Bel duello sul binario esterno con Eto’o e Nagatomo, è spesso aiutato in seconda battuta da Perrotta. Prestazione di grande sostanza

Riise 6 Nel finale cerca di contribuire alla fase offensiva giallorossa, è frenato dalla posizione molto alta di Zanetti

Burdisso 5.5 Rovina la sua prestazione con reazioni nervose, nel finale, non del tutto concepibili

Juan 6.5 Baluardo difensivo, controlla agevolmente Pazzini

De Rossi 6.5 Capitan Futuro stringe i denti dopo esser uscito contuso da uno scontro di gioco, nella prima frazione si rende pericoloso con due traccianti di rara bellezza

Pizarro 5.5 Sottotono (46′ Greco 6 Scodella palloni interessanti, cerca di dare dinamismo alla fase di impostazione ospite)

Perrotta 7 L’uomo ovunque. Piace soprattutto perchè spesso si mette a disposizione della propria squadra (è nel suo Dna) aiutando Cassetti nel contenere Eto’o, è suo l’assist morbido per il pari

Simplicio 5 Avulso dalla manovra (56′ Vucinic 6.5 Sarà un caso ma quando entra la Roma acquisisce maggior peso specifico in avanti)

Menez 4.5 Svogliato, lento. L’ombra del giocatore apprezzato in più di un’occasione. Da un fuoriclasse dalle potenzialità enormi come lui, ci si attende sempre il salto di qualità (74′ Caprari 6.5 Personalità da vendere, questo ragazzo della primavera potrebbe essere la lieta sorpresa del vivaio giallorosso)

Borriello 6.5 Jack plana sull’assist di Perrotta da grande opportunista, colpisce un doppio palo clamoroso.

Montella 6.5 L’interpretazione del match è giusto. Cercare di aumentare il ritmo nella parte finale rimontando lo svantaggio dell’Olimpico. La rete di Eto’o gli complica i piani e soprattutto la prestazione negativa di Menez. L’assenza di Totti,sia all’andata che al ritorno, è stata decisiva ai fini del passaggio del turno

Tommaso Maria Ferrante

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.