Serie A: vediamo i verdetti dopo la stagione 2010-2011

Gioie e delusioni, imprese e rimpianti, esultanze e amarezze. Questa è la Serie A.

Si è conclusa la stagione 2010-2011. Tra rimpianti e soddisfazioni le squadre tirano le somme e varano i bilanci dell’anno per pianificare il futuro.  In Champions ci va l’Udinese. Il Milan è Campione, Inter e Napoli entrano in europa dalla porta principale. Lazio e Roma in Europa League e la Juve, settima, resta a mani vuote.

Retrocedono Bari, Brescia e a sorpresa la Sampdoria, dramma sportivo dopo i preliminari di Campions League disputati ad inizio stagione. 

Che il Milan vincesse il titolo lo si sapeva già da un paio di settimane. La squadra di mister Allegri ha già festeggiato lo scudetto nella partita cn la Roma e anche davanti ai suoi tifosi contro il Cagliari, domenica scorsa. Insomma non aveva più nulla da chiedere né da dare al campionato. Infatti, Udinese-Milan finisce 0-0 e la squadra di Guidolin ottiene il punto indispensabile al raggiungimento di un traguardo storico. Ha gli stessi punti della Lazio, 66, ma la società capitolina ha una peggiore differenza reti e deve accontentarsi della quinta posizione che vale comunque un posto in Europa. La Roma si vendica della beffa dello scorso anno, batte la Sampdoria già retrocessa 3-1 e arriva sesta. Per i giallorossi la stagione inizierà prima degli altri visto che deve disputare i preliminari di Europa League il 28 luglio. La Juve, settima e fuori da tutto, si leccherà le ferite e proverà a ripartire da Antonio Conte. il palermo accede all’Europa League dalla porta della Coppa Italia. mercoledì si giocherà la finale con l’Inter, ultimo traguardo per trasformare una stagione altalenante in un ottima annata.

Storiche e importanti salvezze per Cesena e Lecce, grandi indiziate alla retrocessione si salvano grazie al sostegno dei tifosi e ad uno spirito combattivo senza precedenti. Incredibile retrocessione per la Sampdoria che torna In Serie B dopo circa 20 anni. Le cessioni di Cassano e Pazzini a gennaio hanno fatto la differenza segnando il crollo verticale della squadra blucerchiata. Bari torna in Serie B e si consola con la tripletta di Francesco Grandolfo, talento classe ’92 che ieri, nel giorno del suo esordio in serie A, ha firmato una tripletta consentendo ai pugliesi di battere il Bologna. Il Brescia ripartirà dalla Serie B probabilmente senza il suo bomber Andrea Caracciolo, in scadenza di contratto e vicino alla Dinamo Kyev.

Gioie e delusioni, soddisfazioni e rimpianti, imprese e amarezze. Questa è la Serie A

One response to “Serie A: vediamo i verdetti dopo la stagione 2010-2011

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.