Serie A, Milan a valanga con il Chievo: crisi superata?

Non si può certo dire che la crisi sia superata ma che il Milan ce la stia mettendo tutta a fare qualcosa per una stagione che sembrava poter essere fallimentare è vero. I giocatori si impegnano e lo hanno dimostrato anche ieri contro il Chievo con una vittoria che non sarà bellissima per il gioco espresso ma che vale molto anche per dare un incoraggiamento a chi da poche settimane veste la maglia del Milan e paga l’addio di grandi campioni. Gente come El Shaarawy come Bojan credono nel progetto di un Milan più giovane, devono solo trovare il modo di dimostrare che anche loro possono essere importanti per questa squadra. Non si arriverà nei primi posti in classifica, non si farà molta strada in Champions, questo i tifosi lo sanno ma sanno anche che si deve ricominciare da qualche parte, inutile piangere per le partenze e per gli addii. Il Milan con il Chievo ha dimostrato di avere il giusto cinismo e magari la strada è quella buona per iniziare a portare a casa qualche punticino prezioso.

Milan-Chievo 5-1: una goleada così non si vedeva da tempo

Nei tempi d’oro del Milan, quelli della passata stagione cinque reti sono arrivate davvero in rare occasioni. Lo scorso anno infatti il Milan aveva più volte regalato ai tifosi dei poker ma quasi mai 5 reti. E invece lo ha fatto ieri nel momento del bisogno, quando i rossoneri non credevano più di passare dall’altra parte del tabellone come si sul dire. Le squadra però, fatta eccezione per quelle in fuga, sono tutte vicine e il settimo posto che ha agguantato in questo momento la squadra di Allegri non è affatto da buttare.

La partita non è semplice: dopo il vantaggio del Milan il Chievo trova subito la rete che vale il pari e che da la speranza di poter ribaltare le sorti della gara. Per fortuna il Milan anche se con lentezza si sveglia e riesce a sistemare le cose. Con uno straripante El Shaarawy il Milan macina gioco e arriva il vantaggio che prima dello scadere del primo tempo diventa anche un 3 a 1 che brucia per il Chievo. Nella ripresa domina la squadra di Allegri che trova anche il modo di segnare altre due reti e per il Chievo non c’è nulla da fare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.