Serie A, la Juventus demolisce il Pescara: Quagliarella ne fa tre

La Juventus riparte da Quagliarella: metà delle reti bianconere hanno il marchio dell’ex partenopeo. La vittoria bianconera, tuttavia, non finirà certo negli annali, complice soprattutto un Pescara mai capace di opporsi agli avversari. Anche senza Vucinic e con un Pogba lasciato a casa per motivi disciplinari, gli uomini di Conte e Alessio, con manovre piuttosto scolastiche e sovrapposizioni schematiche rifilano sei reti agli abruzzesi che hanno tentato di tener botta solo nei primi venti minuti di gara. Quel 1993 in cui il Pescara vinse 5-1 su Madama Bianconera è solo un ricordo.

Serie A, Pescara-Juventus 1-6: tripletta per Quagliarella

Parte subito bene la Juve che impone i propri ritmi alla gara: passano appena due minuti e Giovinco fa subito tremare la difesa abruzzese con una conclusione che chiama Perin al salvataggio miracoloso. Pescara già in affanno: al 4′ è Asamoah a farsi vedere in area abruzzese con un tiro-cross bloccato a terra da Perin che poi dopo un altro minuto vede un’altra conclusione ancora di Giovinco finire di un soffio fuori.
La vecchia signora martella la difesa biancazzurra e al 9′ arriva il gol con una azione in velocità iniziata da Quagliarella, proseguita da Giovinco e concretizzata da Vidal che in area non sbaglia, mettendo la palla all’angolino.

Il bombardamento dalle parti di Perin si calma per qualche minuto, ma al 22′ c’è una nuova fiammata di Isla che dopo una azione elaborata serve Quagliarella che dai venticinque metri fa partire un missile che si infila alle spalle dell’estremo difensore biancazzurro per il 2-0.

Il Pescara prova d’orgoglio a reagire: prima Quintero al 23’ trova solo il palo a negargli il gol, poi Cascione di testa fa 1-2. Nessuna illusione: la gara non si riapre. Prima Asamoah in rovesciata, poi Giovinco e infine Quagliarella al 44’ permettono alla Juve di chiudere il primo tempo sull’1-5.

Nella ripresa un Pescara ormai annichilito e una Juve piuttosto sazia del proprio bottino, non danno grandi emozioni. Solo una fiammata: al 53’ su cross di Pirlo dalla bandierina, Quagliarella trova il personale tris e porta a casa il pallone. Juve ancora al comando in attesa della sfida in scena stasera all’Atleti azzurri d’Italia tra Atalanta e Inter.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.