eBay: il primo negozio è a Londra


LONDRA – eBay è il sito più famoso di aste online, fondato nel 1995 da Pierre Omidyar. In Italia però, il sito è sbarcato sol nel 2001. Come tutti sappiamo, eBay è una piattaforma che permette ai propri utenti registrati di vendere e comprare oggetti a prezzi vantaggiosissimi (sia nuovi che usati), con diverse modalità di acquisto. Son infatti diversi sono i formati di vendita (asta, compralo subito, compralo subito con proposta di acquisto, contatto diretto). La vendita consiste principalmente nell’offerta di un bene o un servizio da parte di venditori professionali e non; gli acquirenti fanno offerte per aggiudicarsi la merce. Naturalmente per comprare o vendere un oggetto o un servizio è necessario essere registrati al sito. Ma se finora tutto ciò è rimasto intrappolato nella rete di Internet, da oggi eBay da virtuale diventa reale: il primo negozio è stato aperto in Inghilterra, a Londra. Vediamo di cosa si tratta.Ecco tutto quello che dobbiamo sapere sul negozio aperto a Londra: eBay passa da asta virtuale a negozio vero e proprio, ma senza cassa. eBay ha aperto a Londra la sua prima boutique temporanea, in funzione solo da oggi a lunedi’, che in questo periodo permetterà agli acquirenti di vedere e toccare con mano alcuni dei milioni di articoli all’asta e di acquistarli usando lo smartphone. Tutti i 350 bestseller del sito presenti nel negozio di Soho, a due passi dalla mecca dello shopping di Oxford Street, sono dotati di uno speciale codice che può essere letto dai cellulari. Quello di eBay a Londra è Giusto una strategia per avere un luogo fisico, tangibile, per chi è indaffarato a fare regali di Natale e non si fida dello shopping online. Non è mica male come idea.

 

 

 


Commenta l'articolo


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Riscontrata interferenza con Ad Blocker

Il tuo Ad Blocker sta interferendo con il corretto funzionamento di questo sito. Non abilitare Ad Blocker sulle pagine di questo sito oppure disabilitalo temporaneamente.

Ti ricordiamo che il lavoro dei redattori del sito viene pagato grazie alle pubblicità. Sul nostro sito puoi informarti in modo gratuito senza pagare abbonamenti ma devi disabilitare Ad Blocker per rispettare il nostro lavoro. Metti in pausa Ad Blocker per continuare la navigazione sul nostro sito e per continuare a leggere GRATIS le news. Disabilita le impostazioni e aggiorna la pagina.

Grazie per il supporto, buona lettura!

Close