Come trascorrere il tempo sfruttando la connessione in banda larga

Tutti su internet. E’ questa la nuova parola d’ordine imposta dal lockdown in Italia. In queste settimane all’insegna dell’#iorestoacasa, reti e connessioni web stanno dimostrando di essere i grandi alleati delle famiglie italiane. Il traffico sul web è aumentato in modo esponenziale come dimostrando anche le classifiche di accesso al nostro sito.

Nessuno sembra pensarci ma forse è lecito chiedersi come sarebbe stato questo lockdown 30 anni fa, quando internet non esisteva. Immaginiamo cosa sarebbe potuto avvenire se la pandemia di coronavirus avesse terrorizzato e bloccato il mondo intero nel 1990 e non adesso.

Tantissime attività che oggi gli italiani chiusi in casa riescono a fare grazie alle reti, sarebbero state impensabili quando internet ancora non esisteva o comunque era un privilegio di pochi.

Pensiamo ad esempio alla possibilità di guardare una serie tv in streaming, di giocare ad un videogioco di ultima generazione sfidandosi con altri players che hanno scelto di restare a casa o ancora alla possibilità di fare esercizi fisici seguendo i consigli dell’app. E poi la possibilità di cimentarsi ai fornelli o ancora di seguire corsi di specializzazione su tematiche di ogni tipo. E che dire poi dello smart working che ha permesso a molte aziende di garantire operatività facendo lavorare da casa i propri dipendenti?

Tutto questo sarebbe stato semplicemente impensabile 30 anni fa! Non serve essere degli esperti di nuove tecnologie per capire che un lockdown nel 1990 (e ovviamente anche prima) sarebbe stato un inferno.

Voglia di banda larga

Il massiccio uso della rete negli ultimi due mesi ha però fatto emergere l’importanza di una capillare diffusione della fibra ottica in tutto il Paese. Se prima a lamentarsi per i ritardi dell’Italia sulle reti erano solo specifiche categorie professionali, adesso sono tutti gli italiani a rendersi conto dell’importanza dello sviluppo delle connessioni in banda larga. Questo sta avvenendo perché le famiglie italiane chiuse in casa stanno prendendo consapevolezza delle tante attività che si possono fare grazie alle connessioni in banda larga.

Questa consapevolezza sta spingendo molti italiani a correre ai ripari attivando servizi internet ad altissima velocità per meglio sfruttare il tempo durante il lockdown.

E’ in questo contesto che è maturato il successo delle nuove realtà che sono in grado di offrire un servizio di connettività in fibra ottica ad altissima velocità. Tra i più apprezzati players del settore c’è ad esempio Melita, le cui offerte sono consultabili direttamente online sul sito ufficiale Melita.it, che garantisce attivazioni autorizzate ed effettuate anche in questo periodo di lockdown.

Tre idee per trascorre il lockdown in modo costruttivo

Gli esempi su come le famiglie italiane trascorrono il tempo usando reti veloci e efficienti sono tantissimi perché se la banda larga è un optional quando si esegue una ricerca su Google o comunque su fa un uso limitato di internet, diventa indispensabile per alcuni tipi di attività più complesse.

Guardare un film

Tra le attività più frequenti in pieno lockdown c’è ovviamente le visione di film e serie tv. Oggi ci sono tantissimi operatoti che ti permettono di guardare film in streaming. Un tempo era solo Netflix ad offrire questo genere di servizio ma poi sono arrivati Amazon, Infinity e tanti altri operatori. L’offerta di questi colossi è infinita. Il problema che tante famiglie riscontrano è facilmente intuibile: film che si bloccano, connessioni che rallentano.

Fare esercizi fisici

Da due mesi sulle tv generaliste si susseguono gli appelli a fare esercizi in casa per non trascurare la forma fisica. Chi ha esperienza con le palestre sa perfettamente che il maggiori nemico dell’attività fisica è la pigrizia. Oggi sul web ci sono tantissimi siti che permettono di fare palestra da casa con tanto di istruttore virtuale. Se la pigrizia ha filo da torcere con gli assistenti virtuali, altrettanto non si può dire per la qualità del segnale. Sicuramente fare esercizio fisico usando internet è un buon modo per trascorrere il tempo durante il lockdown ma, anche in questo caso, è necessario avere connessioni ad alta velocità.

Seguire corsi a distanza

La terza idea per trascorrere attivamente il tempo durante il lockdown riguarda la formazione.  C’è chi afferma che il capitale più prezioso di un uomo non è il denaro ma l’uso che si fa del tempo. Invece di passare il tempo sui social, si può provare a rendere produttivo il principio #iorestacasa frequentando un corso online quindi perfezionando le proprie competenze. Anche in questo caso, però, è necessario avere reti veloci.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.