Caso Ceste ultime notizie: Michele Buoninconti e il tesoretto in banca, per i figli però non ci sono soldi


Si torna a parlare del caso di Elena Ceste, la donna uccisa in una fredda mattina di gennaio. In carcere con l’accusa di omicidio, condannato in primo grado e in appello per il fatto, suo marito Michele Buoninconti. Fuori invece ci sono i 4 figli di Elena e Michele che vengono coccolati e cresciuti dai nonni materni che sin dal primo giorno si sono presi cura di loro. Michele invece ha solo scritto ai suoi figli ma non li ha mai incontrati. Per volere soprattutto dei figli che a quanto pare non chiedono di incontrare l’uomo che ha ucciso la loro mamma. Michele si prende cura dei suoi figli fornendo il necessario, dal punto di vista economico? Il settimanale Giallo ricostruisce questa vicenda parlando di un “tesoretto” che Michele avrebbe in banca, tesoretto scoperto dagli inquirenti mentre l’uomo continua a dire di non poter avere le giuste risorse economiche per aiutare i suoi figli. Si legge infatti sul settimanale di Cairo Editore:

I legali della famiglia Ceste, gli avvocati Deborah Abate Zaro e Carlo Tabbia, continuano la loro battaglia per tutelare i quattro figli di Elena. Da mesi infatti il marito Michele Buoninconti, già condannato a trent’anni in primo grado e poi in appello per l’omicidio della moglie, non versa un soldo per i suoi bambini.

Per sottrarsi ai suoi obblighi, si è giustificato sostenendo che i figli hanno già quattro libretti di risparmio intestati a ciascuno di loro. Come spiegato dagli avvocati della famiglia Ceste, però, «quelli sono soldi che i ragazzi useranno dopo essere diventati maggiorenni». E hanno aggiunto: «Di quel denaro i genitori di Elena non hanno toccato nemmeno Motta di Costigliole (Asti) un euro. I nostri assistiti hanno avuto a cuore esclusivamente il benessere dei nipoti. Per le spese di tutti i giorni si fanno loro carico di tutto». Ci sono i libri di scuola, le attività sportive, la benzina, i vestiti. Ogni voce va moltiplicata per quattro.

Come usa Michele i soldi che sarebbero in banca? E perchè non provvede in nessun modo a quelle che sono le esigenze di 4 figli che hanno perso la loro mamma e che vivono anche senza il loro padre? Sempre sul settimanale Giallo le ultime notizie sulle decisioni dei giudici in merito. 

Buoninconti non sembra preoccuparsi più di tanto. Negli ultimi mesi ha detto di aver speso tutto per pagare gli avvocati. Ecco perché la scoperta di questo “tesoretto” da 70mila euro ha stupito tutti. Adesso, dopo il sequestro del conto, i giudici decideranno se e con quali modalità destinare una parte di questi soldi ai figli

Commenta l'articolo