Bomba d’acqua a Cortina d’Ampezzo: una persona muore travolta con la sua macchina dal fango


Italia divisa in due: al nord è arrivato, come annunciato dalla previsioni meteo, il maltempo, mentre al Sud si boccheggia ancora con temperature che superano i 40 gradi. Questa mattina però le notizie tragiche non riguardano il caldo ma il maltempo che al Nord ha fatto la sua prima vittima, e speriamo ultima. Le ultime news arrivano da Corina D’Ampezzo. Una persona è morta a Cortina mentre si trovava nella sua auto che è stata travolta da una colata di detriti scaturita in seguito alle forti precipitazioni che si sono abbattute nella notte fra venerdì e sabato nella località dolomitica nella zona del Cristallo. La situazione sembra essere d’emergenza nelle zone colpite dalla bomba d’acqua, lo testimoniano anche i tanti scatti che i turisti e gli abitanti del luogo, hanno postato sui social. Non si sa ancora molto di altri possibili danni causati della bomba d’acqua che c’è stata questa notte. 

ULTIME NOTIZIE MALTEMPO AL NORD: UNA VITTIMA DOPO LA BOMBA D’ACQUA DI CORTINA D’AMPEZZO

Interrotta la strada in tre punti: a Rio Gere, al Lago Scin e in località Alverà. Nel 2015, proprio il 5 di agosto, tre persone tra cui una ragazza di 14 anni avevano perso la vita nel crollo di un ponte causato anche in quel caso da una bomba d’acqua a San Vito di Cadore.

La vittima è deceduta dopo che la sua auto è finita nell’alveo del torrente tra Riogene e Lago Scin.

A seguito dell’allarme lanciato per il mancato rientro della donna, di cui non si conosce ancora l’identità, squadre dei soccorritori dei vigili del fuoco, soccorso alpino, carabinieri e polizia di stato si sono messi alla sua ricerca. I soccorritori anche con l’aiuto di una ruspetta hanno liberato l’auto, purtroppo il personale medico del suem 118 ha dovuto constatare la morte della donna. Queste le ultime tragiche notizie dopo la notte di forte maltempo al Nord Italia. 

Per ricevere le ultime news di Ultime Notizie Flash direttamente su Facebook Messenger clicca qui

Commenta l'articolo