Bimbo ucciso di botte a Cardito: arrestata anche mamma Valentina


La storia del piccolo Giuseppe ucciso di botte a Cardito dal suo patrigno, il nuovo compagno di sua madre, ha sconvolto l’Italia intera. Un bambino massacrato con il palo di una scopa rotta, preso a calci in diverse parti del corpo, lasciato agonizzante su un divano mentre si cercava una pomata. I dottori che hanno analizzato il cadavere del piccolo si sono detti sconvolti per la cattiveria disumana con la quale il bambino è stato ucciso. E mentre Tony picchiava e massacrava il piccolo, la mamma di Giuseppe era nella stessa casa e non ha in nessun modo reagito. Dopo la morte del bambino la donna aveva raccontato in diverse interviste di essere sotto choc, di non aver potuto fare nulla. Non è stata neppure lei a chiamare i soccorsi, che sono arrivati in casa solo dopo l’arrivo della suocera che si è resa conto della gravità della situazione. La posizione di Valentina in questi mesi è rimasta in bilico tanto che oggi arriva la notizia del suo arresto. Non solo, il compagno di Valentina è stato anche accusato per il tentato omicidio dell’altra bambina che era in casa, la sorellina del piccolo Giuseppe. Lei ha assistito a quello che è successo in casa e forse, non avrà riportato delle ferite corporee ma quelle dell’anima resteranno di certo indelebili.

OMICIDIO DEL PICCOLO GIUSEPPE A CARDITO: ARRESTATA ANCHE MAMMA VALENTINA

Si legge sul Corriere della sera:

Omicidio aggravato dalla crudeltà e dai futili motivi nei confronti di Giuseppe, tentativo di omicidio nei confronti dell’altra figlia che sfuggì per caso alla furia bestiale del compagno: con queste accuse è stata arrestata Valentina Casa, la madre del bambino ucciso di botte lo scorso gennaio a Cardito .

Secondo i dati raccolti nelle indagini, le testimonianze e le prove ritrovate in casa, Valentina ha la sua parte di colpa in questa vicenda. Pare che abbia cercato di curare le ferite del bambino tamponando con dei teli bagnati, si era quindi resa conto di quello che era accaduto ma non aveva chiamato i soccorsi. Non solo: tra i rifiuti sono state trovate anche le ciocche dei capelli della bambina, che era stata picchiata sempre lo stesso giorno da Tony e che si è salvata probabilmente solo per miracolo. Sarebbe stata Valentina a gettare via le ciocche nel tentativo di nascondere delle prove che avrebbero potuto incastrare il suo compagno.

Leggi altri articoli di Ultimissime

Commenta l'articolo


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

  • Ultime Notizie Flash

    Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicitá. Non puó pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 2001.

  • Chi siamo

    Ultime Notizie Flash by Purple di Filomena Procopio

    Via Della Libertà, 106 - Montesano Salentino (Lecce)

    P.I.: 03370960795 - Iscrizione REA: 307423

Riscontrata interferenza con Ad Blocker

Il tuo Ad Blocker sta interferendo con il corretto funzionamento di questo sito. Non abilitare Ad Blocker sulle pagine di questo sito oppure disabilitalo temporaneamente.

Ti ricordiamo che il lavoro dei redattori del sito viene pagato grazie alle pubblicità. Sul nostro sito puoi informarti in modo gratuito senza pagare abbonamenti ma devi disabilitare Ad Blocker per rispettare il nostro lavoro. Metti in pausa Ad Blocker per continuare la navigazione sul nostro sito e per continuare a leggere GRATIS le news. Disabilita le impostazioni e aggiorna la pagina.

Grazie per il supporto, buona lettura!

 

Close