La ricetta brasciole pugliesi nel pane dalle nuove ricette La prova del cuoco

Dalle nuove ricette La prova del cuoco la ricetta delle brasciole pugliesi al sugo nel pane, la ricetta di Michelangelo Sparapano. E’ la ricetta La prova del cuoco semplice ma molto golosa perché lo chef ha servito il tutto con tanto sugo e nel pane. Una bella preparazione come sempre da La prova del cuoco oggi 28 febbraio 2020. Basta tagliare la parte superiore della pagnotta, scavare un po’ la mollica e poi versare le brasciole puglie e il sugo. Seguiamo nel dettaglio la ricetta La prova del cuoco per un secondo piatto da leccarsi i baffi. ecco la preparazione dello chef di oggi del cooking show di Rai 1. Non perdete questa e le altre ricette in tv, le ricette più facili e veloci per il pranzo e la cena di tutta la famiglia.

RICETTE LA PROVA DEL CUOCO OGGI 28 FEBBRAIO 2020 – LA RICETTA DELLE BRASCIOLE PUGLIESI DI MICHELANGELO SPARAPANO 

Ingredienti – Per le brasciole: 4 fettine di vitello, 100 g di lardo, 1 spicchio di aglio, prezzemolo, pecorino, sale e pepe – Per il sugo: 1 litro di passata di pomodoro, 1 costa di sedano, 1 carota, 1 cipolla, 200 ml di vino rosso, alloro, sale e pepe

Preparazione: battiamo le fettine e le farciamo con un trito fatto con aglio, lardo e prezzemolo. Aggiungiamo anche un po’ di sale, pepe e pecorino grattugiato. Chiudiamo le fettine di carne con lo stuzzicadenti e otteniamo gli involtini.

Nella pentola facciamo il classico soffritto con olio, sedano, carota e cipolla tritati, facciamo poi rosolare le braciole su tutti i lati e sfumiamo con il vino rosso. Solo dopo aggiungiamo la passata di pomodoro e una foglia di alloro. Facciamo bollire, abbassiamo la fiamma, copriamo e lasciamo cuocere per 2 ore circa. Serviamo le brasciole con tanto sugo e magari nel pane come ha fatto lo chef per un effetto golosissimo.  Serviamo ovviamente il tutto ben caldo e buon appetito a tutti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.