La luna gigante, arriva il 19 marzo 2011

Il nostro bel satellite Sabato 19 Marzo 2011 si troverà al perigeo in fase di Luna piena più vicino degli ultimi 19 anni, a 356.577 chilometri di distanza dalla Terra,  e questo la farà apparire ai nostri occhi  più grande del solito, del 14% per l’esattezza. Questo fenomeno non si verificava da diciotto anni. Si verificherà quello che è chiamato «perigeo lunare».

Quella che è già stata soprannominata la «Superluna», ha portato con sè anche le immancabili profezie catastrofiche, che da qualche giorno circolano con insistenza soprattutto sul web. Ma niente paura: non ci sarà l’Apocalisse, solo uno stupendo spettacolo astronomico.

Allora stiamo preparati con la testa all’insù, e ad occhio nudo, potremo assistere ad un fenomeno astronomico molto particolare, seppur ordinario. Che però non si verificava dal marzo 1993. La prossima Luna piena, prevista questo sabato, ci sembrerà infatti più grande e più luminosa del solito, sempre se il cielo sarà sereno. Il nostro satellite sarà al perigeo, il punto di minima distanza dalla Terra. Un fenomeno che dipende innanzitutto delle variazioni che periodicamente interessano l’orbita lunare, dovute alle perturbazioni gravitazionali esercitate dal Sole. L’ultimo perigeo lunare si era verificato nel settembre di cinque anni fa. Il prossimo apogeo invece, ovvero la distanza massima fra la Luna e il nostro pianeta, avverrà il 12 ottobre di quest’anno, ma in quel giorno il satellite sarà ben 49.857 chilometri più lontano di quanto lo sarà sabato 19 marzo.

In questi giorni purtroppo la Luna è stata resa oggetto di previsioni apocalittiche, che la renderebbero colpevole di essere in correlazione con il devastante terremoto che ha colpito il Giappone.

Queste notizie apocalittiche che sono emerse dalla Rete rappresentano motivo di apprensione per qualche utente poco attento. Esperti, blogger specializzati e astronomi però tranquillizzano: «No, la “Superluna” non ha causato il terremoto in Giappone», spiegano su Query, la rivista del Comitato Italiano per il Controllo delle Affermazioni sul Paranormale (il Cicap).
«Gli effetti della “Superluna” sul nostro pianeta sono bassi», spiega anche il capo scienziato alla Nasa, Jim Garvin. Che sottolinea: «Tenendo conto di alcuni studi molto dettagliati di sismologi e vulcanologi, l’allineamento della Luna in combinazione con la Luna piena, non dovrebbe avere alcun effetto importante sulla Terra». E allora pensiamo a goderci lo spettacolo al meglio, osservando il satellite quando è più vicino all’orizzonte. Inoltre, guardando la Luna attraverso un oggetto in primo piano, come per esempio un albero, verrà innescato un effetto ottico chiamato in modo fantasioso «illusione lunare». L’occhio umano viene di fatto ingannato e la Luna ci apparirà artificialmente enorme.

Giusy Cerminara

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.