La cantante Manoela Fortuna partorisce in Calabria mentre è in vacanza: non sapeva di essere incinta

In Calabria il parto a sorpresa di una cantante brasiliana che non sapeva di essere incinta: la storia
cantante brasiliana

Le reti americane ci hanno fatto una fortuna raccontando in un programma creato ad hoc, le storie di donne che non sapevano di essere incinte e sono arrivate in ospedale, il giorno del parto, pensando di avere un malore e invece stavano per dare alla luce un figlio. E pare sia la stessa cosa accaduta alla cantante Manoela Fortuna, molto nota in Brasile dove ha partecipato a un talent show musicale. La ragazza era in vacanza in Calabria, quando ha avvertito un malore ed è stata portata in ospedale. A raccontare la storia nei dettaglio è Tgcom24 grazie alla testimonianza di un amico della cantante che ha reso noti tutti i dettagli di questa vicenda e ha confermato: è vero, lei non sapeva di essere incinta. Per fortuna questa vicenda è finita nel migliore dei modi: la bimba è venuta alla luce, è sana e sta benissimo.

La cantante brasiliana che non sapeva di essere incinta partorisce a Vibo Valentia

 Manoela, 28 anni, ha iniziato a prendere antidolorifici quando i dolori addominali sono diventati troppo forti. Nessun sollievo, le sue condizioni in 24 ore sono peggiorate impedendole persino di camminare. “Sto male” la sua richiesta di aiuto agli amici. Gaetano e Daria, residenti in Inghilterra ma in vacanza con lei vicino Tropea, l’hanno trovata riversa sul pavimento del bagno incapace di muoversi per i forti dolori e le perdite di sangue. I tre hanno pensato si trattasse di coliche renali. Poi la corsa in ospedale e la notizia: c’è un bambino da far nascere. La cantante ha dato alla luce una bambina. Ai medici ha riferito di non sapere di essere in gravidanza, affermando di aver avuto regolarmente il ciclo mestruale. Per fortuna la piccola sta benissimo e per lei è stato scelto il nome di Esperanza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.