A causa di un succhiotto una donna sfiora il dramma


E’ accaduto in Nuova Zelanda, la sfortunata protagonista è una donna di 44 anni e colpevoli di tutto sono suo marito ed un succhiotto dettato da attimi di folle passione. Dramma sfiorato, insomma, per una coppia che come tutte si è lasciata ad andare a normali effusioni, ma quel succhiotto ha causato un piccolo ictus.

Si tratta di certo di un caso singolare, la notizia è stata riportata dal “New Zeland Medical Journal” e raccontata dai medici che hanno seguito il particolare caso.

Quando la donna è arrivata in ospedale colta da malore i segni di un ictus era inconfondibili, primo tra tutti il braccio sinistro parzialmente paralizzato. Poi la scoperta… Quel livido provocato da un succhiotto ha svelato il perché di quanto accaduto: la passione del suo compagno le avrebbe danneggiato l’arteria principale causando un tappo che ha poi viaggiato fino al cuore, provocando l’ictus.

Per fortuna la signora si è accorta subito che c’era qualcosa di strano e non ha esitato a ricorrere alle cure ospedaliere.


Il dottor Teddy Wu del Middlemore Hospital di Auckland ha commentato: “In base alla mia esperienza è la prima volta che qualcuno viene ricoverato in ospedale per un succhiotto”. Un anticoagulante è stato poi il farmaco salva vita che ha ricondotto nel giro di una settimana tutto alla normalità, in tal modo è stata ripristinata la fluidità della circolazione sanguigna e il tappo è scomparso del tutto senza lasciare nella donna nessun handicap fisico.

Dunque, purtroppo è il caso di fare attenzione anche all’eccesso di passione, per quanto banale ci possa sembrare.


Commenta l'articolo


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Riscontrata interferenza con Ad Blocker

Il tuo Ad Blocker sta interferendo con il corretto funzionamento di questo sito. Non abilitare Ad Blocker sulle pagine di questo sito oppure disabilitalo temporaneamente.

Ti ricordiamo che il lavoro dei redattori del sito viene pagato grazie alle pubblicità. Sul nostro sito puoi informarti in modo gratuito senza pagare abbonamenti ma devi disabilitare Ad Blocker per rispettare il nostro lavoro. Metti in pausa Ad Blocker per continuare la navigazione sul nostro sito e per continuare a leggere GRATIS le news. Disabilita le impostazioni e aggiorna la pagina.

Grazie per il supporto, buona lettura!

Close