Mara Venier fa la modella e presenta la sua collezione per Luisa Viola (Foto)

Altro che pensione riposo per Mara Venier, l’opinionista e giudice popolare della tv non si ferma un attimo e se non ha più un programma suo da condurre adesso realizza anche il desiderio di fare la modella e la stilista (foto). Mara Venier torna al suo primo amore, a 67 anni realizza il sogno che non ha mai messo da parte, ha inizio sfilando ed è tornata con successo in passerella. Ha presentato la sua capsule collection per Luisa Viola e a Milano la sua collezione, le sue proposte, sono state molto apprezzate. Per l’occasione la Venier ha anche sfilato in passerella, felice per la riuscita di tutto, anche per avere avuto accanto nel giorno della sua sfilata le figlie del marito e la loro mamma. Con la nuova capsule per Luisa Viola la bionda zia della tv ha espresso al meglio la sua personalità, il suo gusto e la sua visione di stile. Sono i modelli per il prossimo autunno inverno 2018, è la collezione che punta molto sui capi in maglia.

Sono molto contenta di questa nuova capsule – ha dichiarato Mara Venier dopo la sfilata  –perché con essa ho avuto la possibilità di esprimere la mia personalità, il mio gusto e la mia visione di stile per il prossimo autunno-inverno 2018. La collezione punta molto sui capi ‘in maglia’, dalla perfetta vestibilità e indossabili con facilità in tutti i momenti della giornata. Sarà guidata dai diversi toni del blu, declinati su tessuti morbidi e dal piacevole effetto tricot. Una capsule – ha aggiunto – confortevole, avvolgente, alla quale non ho voluto far mancare l’abbraccio caldo del cachemire e del mohair… né un tono onnipresente di fantasioso animalier”. Mara Venier, in difficoltà con la gonna a L’isola dei famosi.

La Venier ha ricordato che ha iniziato la sua carriera come modella: “Ho cominciato la mai carriera facendo la modella, e ora si realizza un sogno! Io faccio altro ora, faccio la tv, ma devo dire che questo mi piace tantissimo”. La moda è un amore che adesso la fa apparire alle sfilate, in passerella, ma che nasce nel ’71 quando a Roma aprì un negozio di abiti usati che lei chiamava stracci usati, ben diversi da quelli che disegna oggi.

Seguici anche su Instagram

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.