Paolo Jannacci a Vieni da me, nel portafoglio che gli hanno rubato a Sanremo anche i messaggi del papà (Foto)

Un insieme di talento e simpatia, Paolo Jannacci a Vieni da me si fa conoscere come non aveva ancora fatto, anche quando parte subito con il furto del portafoglio (foto). Ospite di Caterina Balivo, che ha aperto il primo cassetto della ben nota cassettiera, e salta fuori subito il portafoglio e Jannacci è già con le mani al volto tra l’imbarazzo e il dispiacere. A Sanremo gli hanno rubato l’oggetto che aveva messo nella tasca del cappotto. Paolo Jannacci non sa se esattamente dove sia accaduto il furto, tra il red carpet e il Palafiori . Rubato o perso? Per il musicista non cambia molto, se qualcuno l’ha trovato a Sanremo comunque non l’ha consegnato. Si è accorto che non l’aveva più a fine serata, dopo il festival, voleva andare a mangiare una pizza con gli altri ma a quel punto ha pensato di andare a fare la denuncia dai carabinieri.

L’APPELLO DI PAOLO JANNACCI A VIENI DA ME, VORREBBE RIAVERE I MESSAGGI DI PAPA’ ENZO

Niente più pizza e il resto della serata l’ha passato a bloccare le carte di credito. E’ dispiaciuto Jannacci di quella perdita, dentro non aveva soldi ma i documenti di sua figlia. E’ lui in casa a conservare tessera sanitaria, carta d’identità e ogni cosa per sua figlia Allegra. E’ un papà molto attento, si emoziona quando Caterina Balivo inizia a parlare della sua bambina.

Fa un appello a chi può magari “avere preso in prestito” il suo portafoglio, vorrebbe tanto riaverlo perché dentro c’erano i messaggi del suo papà, di Enzo Jannacci.

Davvero poco probabile che qualcuno possa emozionarsi con il suo messaggio e restituire il portafoglio. Intanto, per lui massima soddisfazione dopo il festival di Sanremo, riguarda la sua esibizione e commenta in modo positivo, pensava avesse fatto peggio, invece è stato perfetto. “Sei meraviglioso” conclude l’intervista Caterina Balivo fiera di averlo avuto ospite e avere mostrato al pubblico com’è davvero il figlio del grande Enzo Jannacci. 

Seguici anche su Instagram

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.