Mitch ci racconta gli Scherzi di Scemi da Matrimonio il nuovo programma di Tv8

Il palinsesto di Tv 8 è davvero ricco di sorprese. Uno dei nuovi assi nella manica del canale al Tasto 8 del telecomando è Scemi da Matrimonio: un divertente candid show totalmente inedito dove protagonisti sono degli scherzi fatti a sposi e spose nel giorno più sacro della loro vita di coppia, ovvero il giorno del “sì”. In ogni puntata, i due conduttori di Radio 105 Mitch e Gibba ci conducono alla scoperta di queste candid anche assieme alla presenza di alcuni ospiti VIP.

In onda ogni mercoledì in seconda serata su TV8, il programma ci porta alla scoperta di come poter a “rovinare” il matrimonio della coppia grazie all’irriverenza di trovate spassose ma mai troppo esagerate. Per capire meglio cosa c’è dietro Scemi da Matrimonio, noi di Ultime Notizia Flash abbiamo fatto una chiacchierata con Mitch: conduttore radiofonico per Radio 105 nonché autore di vari scherzi già transitati sulla tv generalista. Scopri la nostra intervista.

Mitch racconta tutti i retroscena degli Scherzi di Scemi da Matrimonio

Come nasce l’idea di fare scherzi nel giorno più intoccabile per una futura coppia di sposi?

Perché oggi siamo abituati a vedere scherzi con vittime che sono quasi sempre dei VIP. Noi, invece, volevano “colpire” le persone comuni ma non nella logica delle semplici candid camera. Abbiamo voluto farlo ma cercando come contesto un momento solenne, sacro, intoccabile. E qual è quell’evento che sembra quasi una eresia andarlo a rovinare? Il matrimonio! E non è stato facile visti i tempi e le difficoltà date dai protocolli Covid. Però ci abbiamo creduto, la squadra non ha mollato e siamo riusciti a realizzare Scemi da Matrimonio.

Avete trovato maggiore complicità nelle spose o negli sposi? Chi si è messo di più in gioco e ha portato avanti lo scherzo fino in fondo?

Abbiamo avuto molte più complici donne nel fare gli scherzi ai loro futuri sposi. Perché, quando gli sposi uomini quando sono stati contattati ci hanno raccontato di aver paura delle reazioni delle loro mogli. Molti si sono frenati dicendo: “No, lei ci tiene tantissimo!”, “Questa cosa no!”, “Finisce che ci si lascia!”, “Questa cosa non la voglio rischiare…”. Di base c’erano molti timori da parte loro.

C’è però da dire che i nostri complici non saranno solo lo sposo o la sposa ma abbiamo avuto la complicità dei proprietari delle location o del cantante che viene chiamato alla cerimonia. Insomma, avremo puntate in cui vittime saranno entrambi gli sposi.

Alcuni sul web si sono chiesti come mai all’interno di Scemi da Matrimonio si intravedano poche mascherine indossate fra sposi, invitati e personale. Eppure è da quasi un anno sono diventate un must. Come mai?

Certo, vedere la trasmissioni con gli occhi di oggi, può fare un certo effetto. In realtà le riprese di Scemi da Matrimonio sono iniziate nel 2019. Nel 2020, invece, siamo stati ovviamente in linea con tutti decreti in vigore. Questa estate, e fino a età agosto, si poteva stare in esterna senza mascherine e ci siamo rigorosamente attenuti a queste regole. E queste norme sono state per noi anche un po’ una difficoltà in questo abbiamo dovuto ridurre al massimo la nostra troupe per ragioni sanitarie. Immagina che anche un solo gruppo di sei persone non poteva muoversi dentro un solo furgoncino e, per mantenere il distanziamento, dovevamo spostarci con tre auto diverse. Tutti sempre sottoposti a controlli sanitari.

Le puntate di Scherzi da Matrimonio durano 40 minuti. Ma quando durano realmente? Giornate intere?

No, qui ti sbagli. C’è differenza fra fare uno scherzo classico ad un VIP e farne uno ad un matrimonio. Perché quando la vittima è un artista, possiamo permetterci nei limiti del possibile di posticipare ad un giorno, una settimana o un mese dopo anche per trovare il momento più giusto. Nei matrimoni, invece, è tutto “pronti via”: lo si può fare solo in quel giorno. E comunque non possiamo di certo distruggere un intero matrimonio: il nostro scherzo non coinvolge tutta la giornata della cerimonia ma concretamente in quei quaranta minuti dove si crea quella situazione bizzarra per le vittime.

Gli scherzi sono sempre arricchiti da imprevisti e fuori programma…

Sì, vero. Ad esempio, in una delle puntate vedrete come nello scherzo avevamo un complice, una vittima ma poi… ci siamo trovati davanti anche a vittime inconsapevoli che erano i parenti degli sposi. Lì abbiamo visti entrare in scena per dare manforte alla vittima del momento con supporti o consigli. E questa è stata per certi versi anche una difficoltà; un imprevisto che per fortuna è stato corretto da nostri attori che hanno corretto il tiro. Ah, e c’è stata anche una importante inc*zzatura da parte di una delle vittime, ecco… (ride, ndr).

Com’è stato possibile realizzare un programma sui matrimoni in un anno, il 2020, passato alla storia come l’anno del boom delle disdette di cerimonie ed eventi?

Esatto, una cosa che non puoi capire… Eravamo partiti molto esaltati perché avevamo un programma tutto nostro, scritto e prodotto da noi. Ma di base ce l’eravamo presa con comodo: le riprese erano fissate dal 2019 e sapevamo che sarebbe dovuto andare in onda nel 2021. Poi nel mezzo sappiamo cosa è successo… E abbiamo iniziato a correre! Non ti nego che noi in un giorno siamo riusciti a fare scherzi anche a due matrimoni diversi: prima un pranzo e poi una cena e di una zone d’Italia agli opposti.

Però dovevamo star dietro a matrimoni centellinati e, quelli che avevamo per le mani, non sapevamo se erano intenzionati confermare o rimandare la data. Le cose sono cambiate mese per mese ma anche oggi, come una possibile seconda edizione in cantiere, non sappiamo se, come e quando partirà.

Quindi ci sarà una seconda edizione?

Diciamo che è nell’aria. Dopo la messa in onda, già molti ci stanno scrivendo facendoci richieste di fare da complici, candidature da location… Però, come si fa? Le date delle cerimonie ci sono già però ufficialmente ad oggi il settore delle cerimonie è tutto bloccato. Ora non avrebbe comunque senso pensare praticamente alla realizzazione di tutto. Per il momento, godiamoci il viaggio e vediamo quello che succede…

Ci sono state vittime di Scemi da Matrimonio che hanno preferito che lo scherzo non fosse mandato in onda? Oppure, come avviene per i VIP, è tutto stato concesso?

Per mia esperienza personale, ti posso dire che anche i VIP si sono negati. Io ad esempio ho una serie di scherzi bellissimi fatti a personaggi famosi che potrebbero entrare nella storia. Ricordi lo scherzo che fecero a Paolo Brosio, quello in cui parlò con un finto Papa? Quello rimase parcheggiato per molto tempo prima di ricevere il consenso alla messa in onda. Ci sono molti artisti che preferiscono evitare per questioni d’immagine. Anche se secondo me ogni cosa è da valutare a sé e in base allo scherzo che viene fatto.

Al contrario a Scemi da Matrimonio abbiamo fortunatamente trovato tutte persone con cui siamo riusciti a trovare un compromesso. È anche vero che davanti a certe scene di gelosia (sarà il tema di uno scherzo, ndr.) condite con parolacce o gesti poco gentili, lì sta a noi e alla nostra sensibilità a capire cosa evitare e cosa portare in tv. Dobbiamo ovviamente tutelare le persone coinvolte.

C’è un limite che vi siete imposti di non superare quando avere organizzato gli scherzi?

Ovviamente quando lo scherzo raggiunge dei toni un po’ troppo forti, entriamo in scena, ci palesiamo e riveliamo che è uno scherzo. Ad esempio: uno sposo talmente arrabbiato da arrivare quasi a sfondare la porta d un bagno per noi non aveva senso registrarlo. Si corre a tranquillizzarlo. Però, di base, dei limiti all’inizio non ce li damo in quanto non sappiamo come sfocerà sul campo lo scherzo. Lo capiamo direttamente lì. Anche se, all’inizio, nella troupe avevamo dei timori. Ti racconto questa chicca: un nostro cameraman che si fingeva addetto alle riprese per i filmini di nozze era sulla barca con la sposa che avete visto nella prima puntata. Sulla barca la sposa era scoppiata a piangere ma lui aveva preferito non inquadrare la scena. Mi ha detto: “No, dai, non me la sono sentita!”. Forse è un po’ cinico dirlo ma quando in uno scherzo qualcuno piange significa che l’obiettivo è stato raggiunto.

Scemi da Matrimonio mette in scena la tua esperienza, divisa fra radio e tv. Sei d’accordo quando si dice che la radio è “la scuola” per approdare in tv?

Ma sai, oggi non è che chi fa radio poi passa in tv. Anzi… Certo, ci sono grandi nomi del passato. Ti dirò, io sto notando l’esatto contrario: vedo molta più gente che faceva televisione che ora cerca un posto in radio! In realtà sono due esperienze diverse, per me.

Cosa dobbiamo aspettarci nei prossimi appuntamenti?

Trasformeremo una bella giornata in un incubo per sposi! E non solo per gli sposi: anche alcuni nostri amici sono stati vittime di scherzi. Sì, ci saranno dei VIP che hanno subito dei piccoli scherzi.

Seguici anche su Instagram

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.