Tiziana Giandoni non dimenticherà mai la crudeltà dell’ultimo saluto a Stefano D’Orazio (Foto)

Tiziana Giandoni ricorda la dichiarazione in tv di Stefano D’Orazio ma anche l’ultimo saluto (foto). A Oggi è un altro giorno una gioia immensa e il dolore che non potrà mai passare. La moglie di Stefano D’Orazio sta ancora male e pensa che non passerà mai perché le è stato negato di vedere suo marito per l’ultima volta. Una crudeltà assurda riservata a tante persone nell’ultimo anno. “E’ una cosa che mi porterò dentro per sempre e come me molte altre persone, è una cosa che reputo assurda. Capisco tutte le precauzioni che si possono prendere ma siamo nel 2021 e come le hanno gli operatori sanitari le potremmo avere anche noi. Non ho potuto salutare né Stefano né mio padre, è una crudeltà e io ci sto male” confida Tiziana Giandoni nella sua intervista.

TIZIANA GIANDONI LE NOZZE CON STEFANO DOPO 10 ANNI

“E’ stato un regalo bellissimo di Stefano, non me l’aspettavo, aveva 69 anni Stefano, ero io che volevo sposarmi ma le mie richieste andavano a vuoto e avevo anche rinunciato. La sua intenzione era quella di non sposarsi, non l’aveva mai fatto. Erano 10 anni che stavamo insieme e avevo voglia di coronare questo nostro amore, volevo regalare questo desiderio anche ai miei genitori che erano molto attaccati a lui. Io ci tengo moltissimo alla mia famiglia”. Stefano fece quell’annuncio in tv, disse che si sarebbe sposato il 12 settembre, il giorno del suo compleanno, lei non sapeva niente. Tiziana a casa ha pianto fino allo sfinimento: “Una cosa così da lui che non è mai stato plateale negli affetti e dirlo davanti a tutti aveva molto valore”.

Lo sguardo tenero e i ricordi così belli che custodisce Tiziana. Stefano sarà sempre la sua forza. Risponde alla polemica di Sanremo: “Al momento ci sono rimasta molto male però poi ci siamo chiariti sono stati molto carini. Parlare di Stefano mi aiuta molto perché il suo ricordo vorrei fosse sempre vivo per tutti quelli che l’hanno solo seguito e non hanno potuto conoscerlo per quello che era. Desidero portare avanti i suoi progetti perché lo merita, perché era un grande uomo”.

Seguici anche su Instagram

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.