Da X-Factor 2021 le parole di Emma e Mika dopo l’affossamento del DDL Zan

emma e mika sul ddl zan

DA X-Factor continuano ad arrivare i migliori messaggi che si possano dare in tv, soprattutto ai giovani, perchè a quanto pare, la generazioni più “vecchie” ( a parte rare eccezioni) sono ancora fin troppo legate alle etichette. Ne è stata dimostrazione la bocciatura del DDL Zan, un decreto legge che avrebbe portato il nostro paese verso una modernità che era anche sinonimo di giustizia. Perchè quando si combattono le discriminazioni, si fa solo un passo verso la civiltà, cosa che a quanto pare, nel nostro paese, manca ancora . In una edizione in cui si combatte contro l’etichetta, non potevano che arrivare le parole di Mika e di Emma che hanno deciso di esporsi pubblicamente, come del resto hanno fatto molte altre volte, parlando di quanto successo purtroppo nel nostro paese nelle ultime ore. A far male poi, non solo il fatto che il decreto legge sia stato affossato, ma le modalità con cui i senatori hanno accolto la notizia. Applausi e cori da stadio, peccato però che non si stesse disputando una partita di calcio. Immagini di una bruttissima pagina per il nostro paese, immagini che mai avremmo dovuto vedere.

Le parole di Emma da X-Factor 2021 dopo la bocciatura del DDL Zan

Nella prima puntata live del programma di Sky, Emma ha voluto dire la sua, la conduttrice si è detta fiera e felice di essere ancora una volta protagonista di X-Factor nel ruolo di giudice ma non poteva iniziare senza parlare di quanto accaduto nelle ultime ore. Emma quindi ha commentato: “Sono molto dispiaciuta perché non possiamo festeggiare un passo avanti, un passo nel quale noi speravamo perché riguardava i diritti di tante persone.” E ancora: ” Le immagini che sono arrivate dal Senato, l’esultanza e i cori da stadio, dopo aver bloccato il progetto di legge Zan, oltre ad essere state abbastanza imbarazzanti, hanno scritto una bruttissima pagina della storia del nostro paese. Credo di poter parlare a nome di tutti i miei colleghi e a nome di un intero programma che da sempre si batte contro ogni discriminazione”.

Sulla stessa scia di Emma anche Mika che ha commentato: “Quello che abbiamo visto ieri non è l’Italia che io amo. Mi permetto di dire che, soprattutto, non è l’Italia che mi ha accolto e che mi ha anche difeso in questi ultimi anni. Però penso profondamente che lì fuori ci sia ancora un’Italia capace di amare, di accogliere ed è in quella Italia che io scelgo e voglio continuare a credere.”

Seguici anche su Instagram

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.